Gamers4um

News: in collaborazione con:

Autore Topic: [A+C] After the Rain  (Letto 6 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Blasor

  • Cugino di Obi-Wan
  • *****
  • Post: 4679
  • H!
    • Mostra profilo
[A+C] After the Rain
« il: 16 Gennaio, 2022, 21:39:39 »


Prima anime, poi manga.
Innanzitutto fondali e design degli scenari, tutto bello-bello in modo assurdo. Poi ho un po' un debole per i soggetti sui posti di lavoro. Il cast è ben assortito, lei è deliziosa, lui è simpaticissimo, mi spiace solo serviva più spazio e non tutto in finale sembra autenticamente risolto. Il fanservice è discreto, delicato, tanto che qualcuno potrebbe dirne è la più furba fantasia maschile di un tardone (che poi 45, parliamone...) qualsiasi. Eppure secondo me sarebbe ingiusto fermarsi a questo, perché ci sono in gioco psicologie più complesse corredate da motivazioni legittime per un risultato che, a ben vedere, è pure realistico per quanto romanzato. Le metafore "liquide" hanno tanto spazio ma a conti fatti sono meno importanti di quelle letterarie, per dire. Inizialmente pensavo e speravo fosse il mood di lei ad influenzare la pioggia.

Riguardo il manga prima cosa che si nota subito: metafore "liquide" ridimensionate, per cui era sicuramente una trovata dell'anime per far vedere quanto sono fighi in Wit Studio ad animare (che per carità, è vero, ma in finale sembravano un po' posticce). Per lui nel manga pongono più accento sui suoi aspetti da "vecchio", è comunque evidente nell'anime hanno voluto ritoccargli un attimino lo charme. Carine le piccole autocitazioni dell'anime riguardo il manga.
Detto questo il manga è meglio, poco da fare. La storia è meglio, i personaggi sono migliori, il finale è meglio, la spruzzata sportiva è meglio, il senso è meglio. Oso dire che il senso del manga, l'anime non sa nemmeno dove sia. Probabilmente persino per il manga faceva comodo più spazio (comunque dieci volumi è durato) e, per quanto gradito, non avrei allargato il cast così tanto non riuscendo a "chiudere" tutti. Però si vede nell'anime è stata tagliata tanta roba per motivi di spazio, non solo personaggi interi ma anche la storia di personaggi già visti, in primis il cuoco playboy strountso come la morte e la piccola, dolce cameriera (la storia di quest'ultima in particolare, diametralmente diversa). Mi è piaciuto il fatto sembravano leggermi nel pensiero, in quanto il manga ha smontato qualsiasi teoria avessi in merito a motivi di natura paterna che spingevano la protagonista.

E' un progetto forse un po' sopravvalutato, si potevano fare meglio tante cose ma altrettante sono state fatte bene, piene di calore e umanità. L'adolescente che insidia il divorziato con figlio a carico è solo una scusa, pregio del tutto è esattamente il fatto di dimostrarlo chiaramente.

 

BloQcs design by Bloc
SMF 2.0.18 | SMF © 2020, Simple Machines
Simple Audio Video Embedder