Gamers4um

News: 8 Luglio 2005: Gamers4um è finalmente un "vero" forum... da parte mia
un caloroso benvenuto a tutti i vecchi e nuovi iscritti!!
Turrican3

Autore Topic: Internet ed il caso Cyberpunk 2077  (Letto 2246 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AntoSara

  • Cavaliere Jedi
  • **
  • Post: 526
  • Playing at all..
    • Mostra profilo
Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« il: 12 Dicembre, 2020, 21:22:32 »
EDIT by Turry - staccata discussione dal thread delle comparative multipiattaforma

================================

ORIGINAL POST

Scrivo solo una cosa: mi pare sia montata una polemica che mi sento di giustificare solo per quanto riguarda le console base della scorsa generazione.

Sulla next gen il gioco sembra girare adeguatamente e in linea con il fatto che é pur sempre una versione old gen che gira in retrocompatibilità.

La settimana prossima lo prenderó in mano. Dubito fortemente di rimanere deluso alla luce di quanto sembra offrire (e del lato tecnico 'sti gran cazzi)

Inviato dal mio VOG-L29 utilizzando Tapatalk

« Ultima modifica: 14 Dicembre, 2020, 14:29:19 da Turrican3 »

Offline laikacomehome

  • Giovane Padawan
  • *
  • Post: 476
    • Mostra profilo
    • pop-eye
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #1 il: 13 Dicembre, 2020, 14:17:36 »
Scrivo solo una cosa: mi pare sia montata una polemica che mi sento di giustificare solo per quanto riguarda le console base della scorsa generazione.

Sulla next gen il gioco sembra girare adeguatamente e in linea con il fatto che é pur sempre una versione old gen che gira in retrocompatibilità.

La settimana prossima lo prenderó in mano. Dubito fortemente di rimanere deluso alla luce di quanto sembra offrire (e del lato tecnico 'sti gran cazzi)

Inviato dal mio VOG-L29 utilizzando Tapatalk
Su PS5 e Series X siamo ai limiti dello scandalo.
Non mi riferisco al gioco, ma alla polemica che è partita.







Screen miei.
Tutto a 60 FPS su PS5, STABILI.
Se questa è merda ingiocabile, io appendo subito il pad al chiodo.
E sottolineo che sto parlando della versione PS5 perché è entrata ormai nel frullatore "Cyberpunk gira di merda".
È FALSO. Dopo la patch 1.04 soprattutto.

Volendola raccontare tutta, ho molti amici che stanno giocando su PS4 fat che mi hanno più volte sottolineato come si, è chiaro che c'è di meglio, sottoperforma e vada aggiustato, ma la shitstorm la stanno attualmente portando avanti persone che non hanno nemmeno il gioco.
Lo sottolineo perché nessuno vuole sollevare CDP da un'assunzione di responsabilità, ma parlare di truffa, class action e quant'altro fa ridere come facevano ridere i personaggi che andavano a fare review bombing di TLOU2 perché la trama non gli piaceva.

Io mi chiedo questa gente per sette anni dove è vissuta quando su PS4 i multipiattaforma di questo genere (escluso appunto RDR2) si presentavano soprattutto al lancio in uno stato di forma discutibile. Improvvisamente con Cyberpunk si sono riscoperti tutti verginelli.
A partire dalla stampa che l'ha premiato e poi sta seguendo l'ondata di indignazione solo per i click.

Perdonate lo sfogo, ma sono disgustato dalla caccia alle streghe. Che è cosa ben diversa da manifestare civilmente un malcontento.
Almeno fosse rivolta alle persone giuste (i colletti bianchi).
« Ultima modifica: 13 Dicembre, 2020, 14:18:57 da laikacomehome »

Online Turrican3

  • Forum Admin
  • *****
  • Post: 56691
  • playing = believing
    • Mostra profilo
    • Gamers4um
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #2 il: 13 Dicembre, 2020, 14:25:19 »
Su PS5 e Series X siamo ai limiti dello scandalo.
Non mi riferisco al gioco, ma alla polemica che è partita.
[...]

Aspe', la gente si sta lamentando di come gira su PS5/XSX? :|

Io avevo inteso fosse insoddisfatti gli utenti delle macchine "vecchie" (PS4 liscia in primis), a meno che non si stia parlando di bachi macroscopici, blocchi e compagnia bella direi che visivamente si difenda bene. E a 60fps poi...

Boh.
« Ultima modifica: 13 Dicembre, 2020, 14:26:32 da Turrican3 »

Offline laikacomehome

  • Giovane Padawan
  • *
  • Post: 476
    • Mostra profilo
    • pop-eye
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #3 il: 13 Dicembre, 2020, 14:42:50 »
Aspe', la gente si sta lamentando di come gira su PS5/XSX? :|

Io avevo inteso fosse insoddisfatti gli utenti delle macchine "vecchie" (PS4 liscia in primis), a meno che non si stia parlando di bachi macroscopici, blocchi e compagnia bella direi che visivamente si difenda bene. E a 60fps poi...

Boh.
Si esatto. Il leitmotiv è che il gioco è ingiocabile (?) su PS4 base, fa schifo su Pro (?) ed è una schifezza su next gen.
A questo punto alzo le mani perché è chiaro che siamo usciti dal seminato.

Da notare pure che, come dicevo, si scoperchia un enorme vaso di Pandora.
Tutte le terze parti (o quasi) dockate (ma anche no) di Switch sono "ingiocabili"?
Io ho comprato Wolfenstein Youngblood l'anno scorso, conscio che lo prendevo per un hardware inferiore.
Trenta FPS claudicanti, modelli e texture da PS3, res bassa soprattutto in dock.
È una fregatura? O è un semplice downgrade su un hardware inferiore? Dove mettiamo il punto?

Per questo dicevo che è giustissima la pretesa che il gioco vada al meglio possibile...su un hardware del 2013.
Tutte le battaglie vanno contestualizzate, se si inizia a parlare di marketing ingannevole perché non andrà mai come su PC, allora siamo alla follia videoludica.

Online Turrican3

  • Forum Admin
  • *****
  • Post: 56691
  • playing = believing
    • Mostra profilo
    • Gamers4um
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #4 il: 13 Dicembre, 2020, 15:03:08 »
Vabbè, io capisco le economie di scala, le ottimizzazioni e tutto quello che volete, ma aspettarsi le stesse prestazioni di un PC da 2000 euro su scatolotti di 4-500 euro insomma... non mi pare molto sensato. Mah. :|

Detto questo, che CDPR non sia stata proprio limpidissima con le versioni per le macchine base (sostanzialmente occultate fino all'ultimissimo secondo) è una critica che credo possa starci.

Ma come al solito parere tutto sommato piuttosto distaccato il mio, giacché non possiedo il gioco quindi posso solo basarmi su qualche filmato visto in Rete come quelli di cui sopra di DF.

Offline Frozzo

  • Cugino di Obi-Wan
  • *****
  • Post: 1687
    • Mostra profilo
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #5 il: 13 Dicembre, 2020, 19:20:42 »
Su PS5 e Series X siamo ai limiti dello scandalo.
Non mi riferisco al gioco, ma alla polemica che è partita.







Screen miei.
Tutto a 60 FPS su PS5, STABILI.
Se questa è merda ingiocabile, io appendo subito il pad al chiodo.
E sottolineo che sto parlando della versione PS5 perché è entrata ormai nel frullatore "Cyberpunk gira di merda".
È FALSO. Dopo la patch 1.04 soprattutto.

Volendola raccontare tutta, ho molti amici che stanno giocando su PS4 fat che mi hanno più volte sottolineato come si, è chiaro che c'è di meglio, sottoperforma e vada aggiustato, ma la shitstorm la stanno attualmente portando avanti persone che non hanno nemmeno il gioco.
Lo sottolineo perché nessuno vuole sollevare CDP da un'assunzione di responsabilità, ma parlare di truffa, class action e quant'altro fa ridere come facevano ridere i personaggi che andavano a fare review bombing di TLOU2 perché la trama non gli piaceva.

Io mi chiedo questa gente per sette anni dove è vissuta quando su PS4 i multipiattaforma di questo genere (escluso appunto RDR2) si presentavano soprattutto al lancio in uno stato di forma discutibile. Improvvisamente con Cyberpunk si sono riscoperti tutti verginelli.
A partire dalla stampa che l'ha premiato e poi sta seguendo l'ondata di indignazione solo per i click.

Perdonate lo sfogo, ma sono disgustato dalla caccia alle streghe. Che è cosa ben diversa da manifestare civilmente un malcontento.
Almeno fosse rivolta alle persone giuste (i colletti bianchi).

Condivido pure le virgole.

Online Buds95

  • Cavaliere Jedi
  • **
  • Post: 728
    • Mostra profilo
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #6 il: 13 Dicembre, 2020, 19:48:59 »
Non è la prima e non sarà l'ultima volta che internet ingigantisce i problemi. Il gioco ha sicuramente le sue colpe, ma personalmente trovo fastidioso quando, per dargli contro, se ne dicono di cotte e di crude anziché andare a criticare nel merito.
Il gioco ha un bel po' di bug, alcuni più fastidiosi di altri. Però mi pare si stia facendo un tiro al bersaglio. E, come detto anche qui sopra, troppo spesso capita che dei sentito dire vengano venduti come verità appurate.

Offline laikacomehome

  • Giovane Padawan
  • *
  • Post: 476
    • Mostra profilo
    • pop-eye
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #7 il: 13 Dicembre, 2020, 20:03:26 »
Ci sono due dinamiche parallele, quindi vanno realizzati dei dovuti "distinguo".

La prima conduce l'acquirente del gioco su console old gen a chiedere il reso o, in alternativa, a manifestare disappunto chiedendo che lo sviluppatore sistemi il prodotto per girare al meglio possibile sul proprio hardware in tempo breve. Questo è un atteggiamento legittimo e propositivo.
La seconda porta determinati soggetti - che spesso Cyberpunk non l'hanno nemmeno comprato - ad alimentare una caccia alle streghe basata sul parere di altri, sui video visti in rete (spesso decontestualizzati), o al crollo del castello di carte che si erano costruiti nelle loro cortecce cerebrali. Questo, invece, è un atteggiamento del cazzo.

Chiedere che uno sviluppatore "sistemi il prodotto per girare al meglio possibile sul proprio hardware" non significa nemmeno per un attimo poter pensare di avere tra le mani qualcosa di diverso da una macchina del novembre 2013.
Fare il passo più lungo della gamba e iniziare a sparare a zero sui contenuti del gioco è ancora un altro paio di maniche.
Ho letto con i miei occhi interventi di molte persone per le quali, ad esempio, i lifepath non incidono sulla partita se non per quanto riguarda 1) il prologo, 2) linee situazionali e di dialogo; 3) il finale. Insomma, cose da niente. Ma ci sono centomila esempi che vanno dalle romance all'atteggiamento della polizia.

Oggi un mio amico, che gioca su PC, mi ha chiesto se valesse la pena di prendere il gioco perché, a leggere un po' in giro, pare sia una merda OLTRE i problemi tecnici. Ecco a cosa conducono shitstorm e fanatismo.


Offline AntoSara

  • Cavaliere Jedi
  • **
  • Post: 526
  • Playing at all..
    • Mostra profilo
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #8 il: 13 Dicembre, 2020, 21:26:03 »
Comunque non é né la prima e non sarà l'ultima volta che accade questo.

Io ho ancora negli occhi la shitstorm che si scatenò contro Mass Effect Andromeda per le animazioni facciali.. (che fixarono.. Due giorni dopo il lancio?)

Inviato dal mio VOG-L29 utilizzando Tapatalk


Online Turrican3

  • Forum Admin
  • *****
  • Post: 56691
  • playing = believing
    • Mostra profilo
    • Gamers4um
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #9 il: 13 Dicembre, 2020, 22:11:20 »
Io ho ancora negli occhi la shitstorm che si scatenò contro Mass Effect Andromeda per le animazioni facciali.. (che fixarono.. Due giorni dopo il lancio?)

Però 'ste robe secondo me non dovrebbero accadere.

Significa abusare alla grandissima della possibilità offerta dai sistemi moderni di rilasciare patch in corsa per immettere in commercio un prodotto che non è del tutto rifinito. :-\

Offline AntoSara

  • Cavaliere Jedi
  • **
  • Post: 526
  • Playing at all..
    • Mostra profilo
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #10 il: 13 Dicembre, 2020, 23:18:00 »
Però 'ste robe secondo me non dovrebbero accadere.

Significa abusare alla grandissima della possibilità offerta dai sistemi moderni di rilasciare patch in corsa per immettere in commercio un prodotto che non è del tutto rifinito. :-\
Ma io condivido.
Quello che fatico a comprendere é la "mobilitazione".
Insomma, posto che sempre di giochini si parla, di fronte a un prodotto finito che presenta determinati problemi, abbiamo 3 scelte:

- comprarlo e giocarlo per quello che é.
- rimandare l'acquisto a quando sarà "aggiustato"
- non comprarlo (nessuno é obbligato).

Quello che proprio non comprendo é la quarta scelta: riversarsi in rete sbraitando contro il gioco e la software house.

Questo cosa comporta di solito?
Che problemi (che pur si possono manifestare anche con una certa frequenza) diventano preponderanti e montano come panna montana nel frullatore di internet.

Questo é quanto é accaduto ad Andromeda (gioco che ben aveva altri limiti.. Ma è diventato un meme per le animazioni facciali della prima release).

Qui rivedo una situazione simile.
Ha senso tutto questo? Mah..

Inviato dal mio VOG-L29 utilizzando Tapatalk

Offline laikacomehome

  • Giovane Padawan
  • *
  • Post: 476
    • Mostra profilo
    • pop-eye
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #11 il: 13 Dicembre, 2020, 23:27:07 »
Ma io condivido.
Quello che fatico a comprendere é la "mobilitazione".
Insomma, posto che sempre di giochini si parla, di fronte a un prodotto finito che presenta determinati problemi, abbiamo 3 scelte:

- comprarlo e giocarlo per quello che é.
- rimandare l'acquisto a quando sarà "aggiustato"
- non comprarlo (nessuno é obbligato).

Quello che proprio non comprendo é la quarta scelta: riversarsi in rete sbraitando contro il gioco e la software house.

Questo cosa comporta di solito?
Che problemi (che pur si possono manifestare anche con una certa frequenza) diventano preponderanti e montano come panna montana nel frullatore di internet.

Questo é quanto é accaduto ad Andromeda (gioco che ben aveva altri limiti.. Ma è diventato un meme per le animazioni facciali della prima release).

Qui rivedo una situazione simile.
Ha senso tutto questo? Mah..

Inviato dal mio VOG-L29 utilizzando Tapatalk
Non solo.
Il salto da "il gioco ha problemi" a "merdone imbarazzante ingiocabile" è vergognosamente ridicolo.

Offline Bluforce

  • G4 Staff - Maestro del fai-da-te e custode delle GIF animate
  • *****
  • Post: 24238
  • One man can make a difference
    • Mostra profilo
    • T@G EVO
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #12 il: 14 Dicembre, 2020, 08:01:40 »
Io sto seguendo con distacco, quindi fatemi capire: secondo voi quanto sta influendo la campagna di boicottaggio nei confronti di CDPR?

È possibile che questa shitstorm sia in parte fomentata dalla stessa gente che chiedeva il boicottaggio?

Offline Rot!

  • Cugino di Obi-Wan
  • *****
  • Post: 4388
  • Everybody relax, I'm here
    • Mostra profilo
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #13 il: 14 Dicembre, 2020, 09:35:18 »
Mah non so... anche io non sto seguendo e potrei scrivere delle topiche mostruose, correggetemi dove sbraco.

Se avessi aspettato il gioco per PS4 come il santo graal e lo avessi prenotato e prepagato per giocarlo al day one, ora, con la consapevolezza che il gioco e' stato fatto e pensato per le next gen forse mi sentirei un po' preso per il naso. Si tratta di un caso di marketing al limite della decenza, comprensibile considerando le cifre in ballo, ma forse non del tutto giustificabile. Con una comunicazione piu' onesta su quali fossere le priorita' e gli scopi del gioco non credo ci sarebbero stati grossi problemi.

Saluti

Online Turrican3

  • Forum Admin
  • *****
  • Post: 56691
  • playing = believing
    • Mostra profilo
    • Gamers4um
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #14 il: 14 Dicembre, 2020, 09:44:37 »
Quello che proprio non comprendo é la quarta scelta: riversarsi in rete sbraitando contro il gioco e la software house.

Questo è il bello ed il brutto della Rete. :D

Tuttavia rimango dell'idea che nel complesso questa sia semplicemente una minoranza che fa taaanto rumore (idem dicasi per tutte le questioni legate al boicottaggio annunciato) ma che all'atto pratico non influisce in alcun modo sui risultati commerciali.

Detto questo, il mio parere in generale è che da consumatori abbiamo diritto ad un prodotto ragionevolmente (non sono così ingenuo o folle da pretendere la perfezione assoluta, che forse neppure è ottenibile) rifinito al lancio.

PERO' per me è anche un po' colpa dell'utenza.

Nel senso che porcaccia la miseria, quanti giochi "rotti" al lancio devi comprare prima di capire che forse, forse, sganciare 60-70€ in cambio di prodotti che richiedono palesemente altri 3-6 mesi di lavoro non è proprio una grande idea. Ma soprattutto, questo non offre alcun incentivo a chi di dovere nel far meglio la volta successiva, anzi gli si fa capire nella maniera più esplicita possibile che si è disposti ad accettare di tutto, e questo secondo me non va per niente bene.

Ecco, quando un editore (alla fine sono loro che decidono, non me la prendo tanto con gli sviluppatori, poracci) va ad inanellare una sfilza di prodotti che sistematicamente hanno determinate, ahem, caratteristiche negative, a quel punto secondo me gli acquirenti se la vanno proprio a cercare.

Io capisco l'hype, capisco tutto, però al giorno d'oggi ci sono millemila modi* per acquistare in maniera consapevole. Se non ne approfittiamo...


* = a scanso di equivoci, mi riferisco a fonti attendibili ed autorevoli, non alle balle o peggio ancora agli odiatori seriali in malafede che (ahimè) fanno girare informazioni distorte alla velocità della luce

 

BloQcs design by Bloc
SMF 2.0.18 | SMF © 2020, Simple Machines
Simple Audio Video Embedder