Nintendo 3DS - official thread

Aperto da Turrican3, 29 Settembre, 2010, 09:05:50

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Quelo

Da questo punto di vista lasciare tanto spazio ad Apple sotto Natale è stata una follia pura IMHO, non a caso Nintendo ha perso 8 punti in borsa dopo l'annuncio dell'uscita a febbraio  :sweat:.

Frozzo

Citazione di: Turrican3 il 30 Settembre, 2010, 18:34:21
Ho paura che uno scontro frontale con Apple possa essere disastroso.
E' la stessa cosa che pensarono i Francesi nel 1940  :bua:

Turrican3

Citazione di: Quelo il 30 Settembre, 2010, 19:44:36Da questo punto di vista lasciare tanto spazio ad Apple sotto Natale è stata una follia pura IMHO

Naaa, non credo sia un dramma.

A Natale si vendono quantitativi stratosferici di... tutto, e puoi star certo che di DS ne piazzeranno a quintalate pure quest'anno, probabilmente (per non dire sicuramente) guadagnandoci pure molto più di quel che poteva venir fuori da un production run per forza di cose - relativamente - limitato di 3DS. ;)

Citazione di: Frozzo il 30 Settembre, 2010, 20:24:45E' la stessa cosa che pensarono i Francesi nel 1940 :bua:

Vabbè, l'importante è che poi qualcuno sbarchi in Normandia! :teeth:

( :sweat: :boom: )

SilentBobZ

Scusate la domanda, non ho letto tutti i post, è regionalizzato ?

Turrican3

Non se ne sa nulla al momento (per quel che ho letto).

A naso: darei per scontato lo shop e ritengo che ci siano buonissime probabilità che lo siano pure le cartucce, però boh, attenderei conferme.

Turrican3

Nel settembre del 2005 Satoru Iwata durante un keynote al TGS presentò per la prima volta al pubblico il wiimote, allora noto ancora come "Revolution Controller", dato che proprio Revolution era il nome in codice della console che sarebbe divenuta il Wii.

Mi colpì in modo particolare la reazione entusiastica di molti utenti, me compreso, sui forum di mezzo mondo: certo gli scettici non mancavano (e tantissimi se ne sono aggiunti nel corso degli anni), ma sembrava che una ventata di novità stesse per invadere il mondo dei videogiochi e questo diede origine a lunghissimi thread dentro i quali si fantasticava sulle possibili applicazioni ludiche di quell'aggeggino così simile ad un telecomando.

Potrei sbagliarmi, ma la mia impressione è che di fronte al potenziale del 3DS l'utenza non stia mostrando il medesimo (ingenuo?) entusiasmo di allora. Mi riferisco naturalmente a quelli che è ragionevole ipotizzare costituiscano il target iniziale della nuova console portatile di Nintendo, ovvero gli appassionati di videogiochi: il prezzo elevato, le caratteristiche tecniche e la quasi totalità della lineup nota ad oggi non hanno granchè di casual.

Intendiamoci, le discussioni sui forum italiani e stranieri non stanno mancando, com'è giusto che sia di fronte a quello che è pur sempre il successore di un portatile non solo di grande successo ma anche pressochè universalmente apprezzato. Mi pare però che scarseggi la fantasia dei potenziali, futuri acquirenti; laddove ieri ci si sbizarrì giungendo ad immaginare gli utilizzi più disparati del pad-telecomando, dalla spada alla racchetta virtuale passando per la torcia e così via (tralasciando il fatto che alcune le stiamo ancora aspettando nonostante l'introduzione del motionplus, ma non è questo il punto) oggi al più ci si domanda se il 3DS possa far girare o meno l'Unreal Engine, se sia in grado di sfornare giochi visivamente paragonabili a quelli PS3/360 oppure se sia effettivamente più o meno potente di iPhone.

La gente è rimasta scottata dal Wii e preferisce restare coi piedi per terra? Stiamo dando sfoggio di una insaziabile fame di tecnologia nuda e cruda? O che altro? Fatto sta che mi aspettavo un'attesa riempita dai videoGIOCATORI con aspettative ben diverse.

In altre parole, oltre allo scontato boost prestazionale (peraltro non esente da curiosi chiaroscuri, giacchè nel materiale video diffuso si notano dei titoli con sensibili differenze grafiche) mi domando:
che tipo di novità si aspetta la gente dalla prima console portatile con display 3D che non necessita di occhiali ad-hoc?
è lecito attendere la nascita di applicazioni ludiche più o meno di massa mai viste in precedenza?

Ma non sono questi gli unici interrogativi che mi pongo.

Che la strada sia in salita lo sa pure Iwata, che come l'azienda che dirige potrà anche stare antipatico a tanti, ma resta, forse anche grazie al suo passato da sviluppatore, un dirigente di altissimo livello con capacità di "leggere" il mercato non comuni e per questo tranquillamente paragonabile a Yamauchi (nonostante quest'ultimo non fosse in grado di stendere nemmeno una riga di codice).

Le perplessità non sono poche:


  • veicolare al grande pubblico una delle caratteristiche chiave, ovvero la visuale in 3D: la console va provata "sul campo", al massimo si possono ipotizzare degli spot nei cinema visto che di recente stanno tornando di moda i lungometraggi tridimensionali;

  • prezzo: in Giappone ormai le console portatili vanno forte da un pezzo, ma il 3DS avrà un costo elevatissimo, superiore persino al Wii; siamo forse di fronte alla messa definitiva in secondo piano delle macchine casalinghe (perlomeno in terra natìa) oppure si tratta semplicemente di una regola non scritta (prezzo portatili < prezzo home) che viene infranta perchè si ritiene che ve ne siano le condizioni?

  • la questione-batteria: non sono stati forniti dati precisi, ma in maniera un po' sibillina Iwata ha già dichiarato che sarà necessario ricaricare il 3DS con frequenza superiore all'attuale DS; l'autonomia è sempre stato uno dei punti di forza del DS nello "scontro" con PSP, e nel 3DS sarà importantissimo verificare quanto verrà ad essere intaccata dalle feature basate sull'interscambio dati tramite wi-fi, oltre naturalmente a CPU/GPU nel normale utilizzo videoludico;

  • il famigerato slider per regolare l'effetto 3D: sono pressochè certo che sia la classica soluzione Nintendo-style per mettersi al riparo dalle beghe legali (già si legge in giro di utenti che dopo una prova del 3DS lamentavano giramenti di testa e/o un certo affaticamento visivo), tuttavia c'è da domandarsi se questo non possa porre un freno enorme agli sviluppatori nello sfruttamento di questa funzionalità... sempre ammesso naturalmente che ci si possa costruire attorno dei concept di gioco che ne impongono l'attivazione ininterrotta;

  • per ultimo, ma decisamente non meno importante: il 3DS tolta l'innovazione della visione stereoscopica mi pare si stia presentando al pubblico con delle caratteristiche tecniche di stampo decisamente più "conservatore", insomma senza rischiare in maniera eccessiva con delle scelte fuori dal comune contrariamente a quanto visto con Wii e DS, console di rottura col passato sotto vari punti di vista. Un percorso evolutivo quindi che al momento appare simile a quello canonico (PSX --> PS2, Xbox --> Xbox360 ad esempio), peraltro condiviso da Nintendo stessa fino alla generazione di GBA e GC.

Il DS è riuscito nel non facile compito di offrire qualità e quantità unendo al riscontro commerciale senza precedenti, difficilmente contestabile, una ludoteca che a detta di molti lo ha reso uno dei migliori portatili mai concepiti; per qualcuno è addirittura la "console della generazione" (affermazione che mi astengo dal commentare avendo sfruttato questa macchina decisamente poco rispetto alle altre).
Non è facile prevedere come verrà accolto dai consumatori il suo successore, 3DS: l'eredità che raccoglie è pesantissima. Al momento, forse fin troppo banalmente, ritengo si possa solo supporre che molte delle sue chance di successo, se non tutte, dipenderanno dalla capacità di Nintendo in primis, e delle terze parti a seguire, di realizzare applicazioni in grado di trascinare le vendite in maniera quanto più possibile simile ai vari Brain Training, Mario Kart, Nintendogs, New Super Mario Bros et similari.

Blasor

Chi spala cacca sul wii ora è diviso tra ammirazione e il non voler accettare la realtà, chi lo ama per quello che è è entusiasta di tutto ciò che viene mostrato, chi aveva alzato il tiro delle aspettative non vuole fare lo stesso errore ed è giusto così, dato che per i suoi gusti il wii non ha funzionato, o fino ad un certo punto, e prima di ricascarci vuole valutare per bene.

Penso che certe scelte sono azzardate, ma il pacchetto è talmente ricco che, se si dimostrasse anche funzionale al massimo, sarebbe tutto dannatamente perdonato. Accontenta il target videogiocante, accontenterà anche quello casual, sarà forse un ibrido ancora più efficace del precedente. Resta solo da vedere se il pubblico casual rinnoverà il suo voto di fronte al prezzo, per esempio. Non so perchè, ma guardandomi in giro sono fortemente ottimista sotto questo punto di vista.

Turrican3

Qualche video in presa diretta:

   


   


Reiz


Turrican3

Nintendo terrà una 3 giorni di "hands-on" del 3DS aperta al pubblico i prossimi 8, 9 e 10 gennaio 2011 alla Makuhari Messe di Tokyo, la medesima location del Tokyo Game Show:

http://www.andriasang.com/e/blog/2010/10/29/nintendo_3ds_demo_event/

Turrican3


Turrican3

Mio modestissimo parere: era ora!

Finalmente si intravede qualcosa che possa avvicinarsi all'interfaccia utente del 360 in termini di razionalità/disposizione/funzionalità. :thumbup:

Di strada da fare ce n'è tanta comunque, a cominciare dai codici amico auspicabilmente abbandonati... ::)
E sempre in tema di auspici, mi auguro che le demo di cui si parla nell'articolo siano obbligatoriamente presenti per tutti i giochi in commercio, o quantomeno per tutti quelli a catalogo di cui si possono ottenere informazioni attraverso questo "canale".

Turrican3

Citazione"When Super Mario became Mario 64, the range of players narrowed greatly," Miyamoto admitted. While he feels that Nintendo's developers were able to make use of the strong points of 3D to deliver new game experiences, they were also advancing work on games that, while 3D, can be played by everyone. This resulted in Super Mario Galaxy. Even this doesn't solve the dilemmas, though, so they also made the New Super Mario Bros. series.

Turning to 3DS, Miyamoto said, "When asked 'what will we do on 3DS,' the answer is, of course, we'll make both. They both have their own appeal."

He outlined how the 3DS's 3D display effects could help both types of Mario.

Il buon vecchio Mario? Tornerà sul prossimo portatile Nintendo sia nello storico "format" di platform 2D dei primi episodi che nel più recente 3D di Mario64 et similari.

Parola di Miyamoto:

http://www.andriasang.com/e/blog/2010/11/02/3ds_mario_games/

Joe

Tutto ciò era scontato ma pur sempre commuovente  :'(