Gamers4um

News: 8 Luglio 2005: Gamers4um è finalmente un "vero" forum... da parte mia
un caloroso benvenuto a tutti i vecchi e nuovi iscritti!!
Turrican3

Autore Topic: Internet ed il caso Cyberpunk 2077  (Letto 3186 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline laikacomehome

  • Giovane Padawan
  • *
  • Post: 482
    • Mostra profilo
    • pop-eye
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #45 il: 15 Dicembre, 2020, 14:23:03 »
Anche io penso sia una bella discussione. :beer:

Io parto proprio da questo punto della trascrizione:
Regarding the third question – where we want to go with the PlayStation
and Xbox – as stated in the statement made public today in the morning, we are planning to get the
game in much better shape than it is now
, of course, and a lot of that is going to be happening in
December. Come January and February you’re going to see larger improvements – which we’ve stated
already. We have also stated that if your expectation is that the game is going to be equal to, say, nextgens or PC in terms of performance, that definitely isn’t going to happen. Having said that, I’m not
saying it’s going to be a bad game – but if you’re expectations regarding, say, visuals or other
performance angle, are like this, then we’re openly stating that’s not going to be the case. It will be a
good, playable, stable game, without glitches and crashes, though
. That’s the intention.


Che è esattamente il mio punto.
Praticamente la build attuale, ma stabile, con un migliore frame rate e senza bug, glitch e crash. E' il mio discorso di prima.
Se la gente si aspetta di più, deve passare a un hardware superiore. La colpa di CDP è stata proprio questa, mancanza di chiarezza per un acquisto consapevole e rilascio di una versione con troppi problemi tecnici.
Ecco, io penso che, se CDP avesse comunque chiarito le carte in tavola, la shitstorm sarebbe partita egualmente. Prima e con forme diverse, ma sarebbe partita.
Insomma:


le valutazioni tecniche da che mondo è mondo si sono sempre fatte in rapporto alle potenzialità della macchina su cui gira un determinato software.


perfettamente d'accordo. Ma sono, nel caso di Cyberpunk, completamente sballate.
Il progetto non ha praticamente eguali in questa gen, e anche RDR2 (che io adoro alla follia) non è paragonabile per contesto urbano, velocità dei mezzi di trasporto, interazione ambientale.

Per questo ti facevo il paragone con Switch. Se si è persa quella consapevolezza (e quindi siamo passati dall'asimmetria informativa ad...altro) allora diventa tutto una truffa.


« Ultima modifica: 15 Dicembre, 2020, 14:24:19 da laikacomehome »

Offline Bluforce

  • G4 Staff - Maestro del fai-da-te e custode delle GIF animate
  • *****
  • Post: 24799
  • One man can make a difference
    • Mostra profilo
    • T@G EVO
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #46 il: 15 Dicembre, 2020, 14:30:25 »
RDR 2 (e si capisca che io parlo della versione PC) mette a dura prova la fluidità nelle cittadine più grandi. Io per farlo girare a 60 sono passato ad una CPU octacore, prepensionando una quadcore.
Non fatico ad immaginare i problemi che ha la CPU Jaguar a mantenere fluido un gioco come Cyberpunk.

Va anche detto che era quantomeno ingenuo aspettarsi prestazioni eccellenti sin da subito per un gioco che ha avuto uno sviluppo così travagliato, su hardware che hanno parecchi anni sulle spalle.

Peraltro, l'assenza totale di dichiarazioni, immagini e video per le versioni base di PS4 e XBO doveva far scattare più di qualche campanello d'allarme nella testolina degli acquirenti.

Inoltre, con tutti i casini che pure recentemente il gioco (ed i suoi sviluppatori) si tirano dietro, bastava una semplice scintilla per fare scattare l'incendio.

Offline laikacomehome

  • Giovane Padawan
  • *
  • Post: 482
    • Mostra profilo
    • pop-eye
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #47 il: 15 Dicembre, 2020, 14:33:40 »


RDR 2 (e si capisca che io parlo della versione PC) mette a dura prova la fluidità nelle cittadine più grandi. Io per farlo girare a 60 sono passato ad una CPU octacore, prepensionando una quadcore.
Non fatico ad immaginare i problemi che ha la CPU Jaguar a mantenere fluido un gioco come Cyberpunk.



Guarda, io vorrei fare un giochino.

Quanti titoli open world ambientati in metropoli abbiamo avuto in questa gen?

Watch Dogs. E segnalo che Legion, pur avendo una resa complessiva superiore a CP, ha avuto grossi problemi di crash. Poi?

Offline Mystic

  • Global Moderator
  • *****
  • Post: 14761
    • Mostra profilo
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #48 il: 15 Dicembre, 2020, 14:42:25 »
Peraltro, l'assenza totale di dichiarazioni, immagini e video per le versioni base di PS4 e XBO doveva far scattare più di qualche campanello d'allarme nella testolina degli acquirenti.

è anche vero che il capoccione di CD Projekt se ne era uscito con un "Cyberpunk 2077 runs suprislingy well on current-gen consoles"

Offline kafkamorente

  • Giovane Padawan
  • *
  • Post: 110
  • caotico neutrale
    • Mostra profilo
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #49 il: 15 Dicembre, 2020, 15:07:41 »
è anche vero che il capoccione di CD Projekt se ne era uscito con un "Cyberpunk 2077 runs suprislingy well on current-gen consoles"

Todd Howard.  :asd:

Offline Bluforce

  • G4 Staff - Maestro del fai-da-te e custode delle GIF animate
  • *****
  • Post: 24799
  • One man can make a difference
    • Mostra profilo
    • T@G EVO
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #50 il: 15 Dicembre, 2020, 15:44:07 »
 :hihi:

Magari si aspettava di vederlo girare a 10 frame, va a 20 e quindi era sorprendentemente fluido :look:

 :sweat:

Offline Buds95

  • Cavaliere Jedi
  • **
  • Post: 832
    • Mostra profilo
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #51 il: 15 Dicembre, 2020, 16:16:42 »
:hihi:

Magari si aspettava di vederlo girare a 10 frame, va a 20 e quindi era sorprendentemente fluido :look:

 :sweat:

Ipotesi affascinante :sisi:

Comunque appoggio le ipotesi fatte nell'altra pagina che, a prescindere dalla qualità del gioco, una minoranza rumorosa aveva già deciso il destino del gioco. A memoria, negli ultimi anni, lo stesso destino pre-rilascio fu riservato a: Fallout 76, The Last of Us 2, The Order: 1886, No Man's Sky e Rainbow Six: Siege. Ci sono casi in cui il gioco è andata bene, volte in cui è andata male, ma a prescindere da come andrà anche stavolta entro poco tempo la polemica si placherà. E si passerà alla prossima polemica, come a internet piace fare.

Offline laikacomehome

  • Giovane Padawan
  • *
  • Post: 482
    • Mostra profilo
    • pop-eye
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #52 il: 15 Dicembre, 2020, 17:43:08 »
https://www.everyeye.it/articoli/speciale-cyberpunk-2077-problemi-gioco-ruolo-stampa-chiariamoci-51315.html

In napoletano esiste un bel detto:
'na parola mancante e arritirammece a casa

penso renda l'idea più di tante fiumane di parole sul comportamento da tenere da parte della stampa dopo questo sfacelo.
e invece...

Online Turrican3

  • Forum Admin
  • *****
  • Post: 57440
  • playing = believing
    • Mostra profilo
    • Gamers4um
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #53 il: 15 Dicembre, 2020, 17:51:12 »
Ma sono, nel caso di Cyberpunk, completamente sballate.

Aspè però, le valutazioni tecniche rappresentano un dato oggettivo.

A meno di voler accusare DF e compagnia bella di clamoroso boicottaggio, se mi dicono che (esempi totalmente a caso) un gioco gira a 30 anzichè 60fps, che la risoluzione è 1080p dinamica anzichè 4K fissa, ecc. ecc., non ho motivo di credere che le cose stiano diversamente.

Queste non credo si possano mettere in discussione, laddove invece (ma l'avevamo già detto un po' tutti) se Tizio e/o Caio ritengono che PS4/XB1 possano far girare il gioco bene o male come sulle nextgen o sul PC c'è sicuramente un problema di aspettative irrealistiche.

Ma è davvero questo il problema? A sentire te parrebbe di sì, la mia non è una domanda retorica, non sto seguendo le (luuuunghe) discussioni quindi non saprei fare la... statistica delle lamentele. :D

Ciò detto, secondo me dovevano rinviare nuovamente, ma il Natale era troppo troppo ghiotto e non se la sono sentita. Sono convintissimo che in questo caso (dopotutto abbiamo dei precedenti), non si sarebbe scatenato un putiferio simile.

Online Turrican3

  • Forum Admin
  • *****
  • Post: 57440
  • playing = believing
    • Mostra profilo
    • Gamers4um
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #54 il: 15 Dicembre, 2020, 17:59:24 »
https://www.everyeye.it/articoli/speciale-cyberpunk-2077-problemi-gioco-ruolo-stampa-chiariamoci-51315.html

Ho letto l'articolo e devo dire che in parte mi sfugge il punto. :look:

Non capisco dove voglia andare a parare con il discorso della recensione della versione PC: anche a non pubblicarla (con quali motivazioni poi?), non vedo cosa sarebbe cambiato tenuto conto che le problematiche stanno da tutt'altra parte.

Boh. :hmm:

Offline laikacomehome

  • Giovane Padawan
  • *
  • Post: 482
    • Mostra profilo
    • pop-eye
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #55 il: 15 Dicembre, 2020, 18:08:06 »
Ho letto l'articolo e devo dire che in parte mi sfugge il punto. :look:

Non capisco dove voglia andare a parare con il discorso della recensione della versione PC: anche a non pubblicarla (con quali motivazioni poi?), non vedo cosa sarebbe cambiato tenuto conto che le problematiche stanno da tutt'altra parte.

Boh. :hmm:
È un quadro desolante.

1) Ma questo ci hanno dato che potevamo fare;
2) tanto che cambiava;
3) noi comunque vi avevamo detto di non prenotare (tra un click e un altro strappato con una news scureggia sul gioco o un coverage casuale).

Pessima figura. Era meglio tacere.




Offline Bluforce

  • G4 Staff - Maestro del fai-da-te e custode delle GIF animate
  • *****
  • Post: 24799
  • One man can make a difference
    • Mostra profilo
    • T@G EVO
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #56 il: 15 Dicembre, 2020, 18:12:11 »
Mah, ho letto anche io quell'editoriale.
Concordo che era meglio tacere :hmm:

Offline Frozzo

  • Cugino di Obi-Wan
  • *****
  • Post: 1693
    • Mostra profilo
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #57 il: 15 Dicembre, 2020, 18:37:24 »
È un quadro desolante.

1) Ma questo ci hanno dato che potevamo fare;
2) tanto che cambiava;
3) noi comunque vi avevamo detto di non prenotare (tra un click e un altro strappato con una news scureggia sul gioco o un coverage casuale).

Pessima figura. Era meglio tacere.

Non possono tacere e perdere click, Cyberpunk è in tendenza su google ora.

Offline Bluforce

  • G4 Staff - Maestro del fai-da-te e custode delle GIF animate
  • *****
  • Post: 24799
  • One man can make a difference
    • Mostra profilo
    • T@G EVO
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #58 il: 15 Dicembre, 2020, 18:47:46 »
Comunque a questo punto il vero vaso di Pandora che si dovrebbe definitivamente scoperchiare è tutto il sistema che gira attorno ai videogiochi.
Tutta la compiacenza che si è radicata in cambio dei gingilli gratuiti, e che se fino a ieri riguardava solo "pochi" siti, negli ultimi anni la cosa è un attimino sfuggita di mano fra youtuber, instagrammer, twitcher, ecc. ecc.

Correggetemi se erro.

Offline Buds95

  • Cavaliere Jedi
  • **
  • Post: 832
    • Mostra profilo
Re:Internet ed il caso Cyberpunk 2077
« Risposta #59 il: 15 Dicembre, 2020, 19:00:21 »
Ho letto l'articolo e devo dire che in parte mi sfugge il punto. :look:

Non capisco dove voglia andare a parare con il discorso della recensione della versione PC: anche a non pubblicarla (con quali motivazioni poi?), non vedo cosa sarebbe cambiato tenuto conto che le problematiche stanno da tutt'altra parte.

Boh. :hmm:

Tentativo di difesa del proprio operato, credo che l'unico intento fosse quello.
È ovvio che non è colpa loro come sia uscito il gioco. È pur vero che, se hai pretesa di usare la definizione di "testata giornalistica", devi provare a ottenere un'informazione il più limpida possibile per i lettori. Tralasciando l'estrema lode del gioco, salvo buttarsi successivamente sulla carogna di Cyberpunk con un sacco di articoli giornalieri sui problemi (non parlo di Everyeye anche se credo che il discorso valga anche per loro, ma Eurogamer e Multiplayer si stanno dando un bel da fare con le notizie -e giustamente mettendomi nei loro panni) credo sia compito del giornalista indagare su certe stranezze (in questo caso la presunta titubanza di mostrare anche ai giornalisti la versione console del gioco) e cercare di spingere per ottenere delle risposte. Altrimenti il giornalismo, come in effetti ritengo stia avvenendo da anni, viene sovrastato dall'opinionismo e dall'influencer-ismo, passatemi l'obbrobrio grammaticale. E con questo non voglio sminuire l'opinionismo, semplicemente è una cosa diversa che non ha a che fare col giornalismo.
Avrei molto apprezzato un'ammissione di parziale colpa del tipo "abbiamo fatto male a non insistere col publisher, c'erano dei dubbi e non siamo riusciti a indagare, faremo tesoro dell'esperienza per la prossima volta", d'altronde sbagliamo tutti essendo tutti umani. E invece mi ritrovo una debole difesa con un simil "noi vi abbiamo avvertito che su console probabilmente girava male e siamo stati i primi", quando in realtà tutto il disastro mediatico mi pare sia nato "dal basso" dell'utenza.

 

BloQcs design by Bloc
SMF 2.0.18 | SMF © 2020, Simple Machines
Simple Audio Video Embedder