[A+C] Topic Generico Manga & Anime - E così ebbe inizio; l'era dei Retromanga [4]

Aperto da Blasor, 19 Gennaio, 2023, 01:15:41

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Blasor


Don G

Si vede che Watanabe è un westaboo dal fatto che è uno dei pochi asiatici capaci di parlare male e senza mezzi termini delle proprie esperienze lavorative facendo pure nomi e cognomi  :bua:


https://twitter.com/OliverJia1014/status/1618794651233980417

Blasor

Con tutto l'estremo rispetto per Watanabe ora e sempre, il problema è che sarà pure tutto giusto, ma il fiato se lo fanno uscire sempre anni dopo, dopo aver preso il malloppo e a scadenza di accordo di riservatezza. Ricordiamo infatti appariva nei titoli di coda di CB Netflix come "consultant" e quello che dice non combacia perfettamente con quello disse nel 2019 in merito, quando tra l'altro dava la colpa a Sunrise.

Spencer Lamm tra l'altro è """professionalmente""" morto da quanto, diciotto anni? Si improvvisava produttore quando non faceva il suo vero lavoro: web designer dei siti dei film :|
Volevo vedere se il nome veniva fatto, se era un produttore vero e ancora girava.

Blasor


Don G

Letto Wanitokagegisu. Noto che le ragazze che si innamorano per letteralmente nessun motivo del protagonista sono un elemento ricorrente di Furuya, ma se nei suoi racconti a tema adolescenziale ci può pure stare per questioni ormonali qui l'ho trovato invece abbastanza fuori luogo, considerando che il tema principale è la solitudine e pessimismo di un late bloomer inetto.


Letto poi Ciguatera e qui c'è da mandare a cagare gli studi Dynit per non aver portarto questo piuttosto che Gecoso considerando che c'era già l'omnibus pronta in inglese. Bastava inficcarli in un boxset e schiaffarci sopra la scritta "DAL MAESTRO CHE HA ISPIRATO ASANO!!!" e vedi che le copie per farli interessare a portare qualcos'altro le vendevano.
Dispiace che dopo quest'opera pare abbia messo un po' il freno sullo stile grottesco-delirante che caratterizzava quasi ogni pagina, però è senza dubbio quella dal sapore più completo e comunque quando vuole spingere sa spingere. Ma la cosa che davvero apprezzo di Furuya è che, al contrario degli scribacchini di storie coming-of-age in salsa decadentista della sua scuola (che ricordiamoci, hanno molto più successo di lui), non caga mai fuori dal vaso con l'edginess. Che è una cosa assurda da scrivere per un manga in cui al protagonista praticamente stuprano la ragazza più volte :look:
Riesce a raccontare storie di disperazione e degrado con una levitas che lo contraddistinguono a qualsiasi altro artista del mestiere. E' sempre ad un passo da buttare l'intera vicenda in melodrama ma riesce puntualmente a ritornare sui propri passi prima che sia troppo tardi. Esempio lampante quando stuprano nel sonno la fidanzata. Da un lato è una cosa che succede, dall'altro il fatto che 1)non sia stato il migliore amico a commetterlo, 2)non ci siano testimoni e quindi è una cosa che non influisce minimamente sulle vite dei protagonisti, e 3)è una cosa goffa della durata di pochi minuti, rendono il tutto poco più di un siparietto grottesco piuttosto che l'incipit per chissà quali turbe psicologiche. Stessa cosa succede quando rapiscono il protagonista insieme al bullo, dove ci risparmiamo una banalissima sua redenzione con un sacrificio eroico o menate simili.



Ammetto tuttavia che questa sua volontà di andare contro i canoni narrativi drammatici è anche un'arma a doppio taglio in quanto spesso finiscono ad essere gli eventi di contorno alla vicenda quelli più memorabili, mentre la "trama" principale una volta che la coppia romantica ha stabilito le proprie dinamiche fa fatica a tenere il lettore assorto, al punto che arrivato all'ultimo volume dei rispettivi manga spesso finivo per andare avanti solo con la speranza che succeda qualcos'altro di truce. Furuya infatti riesce a tirare il meglio di sè quando ritrae delinquenti, vagabondi, pervertiti, yakuza, NEET, o qualsiasi figura adiacente al mondo della criminalità.
Infatti avevo messo i miei occhi su Himeanole, che dovrebbe parlare di serial killer e delitti passionali, definito da Isayama uno dei migliori manga che abbia letto, il tutto per la bellezza di 6 volumi. E' un manga che potrebbe spaccare i culi ma ovviamente mai tradotto ed a sto punto mi resta da sperare che Vertical ci si butti fra un paio di anni.

Don G

A proposito, consigli su cosa leggere di Tezuka? Volevo leggere Ayako

Turrican3

@Don G

Perdona quel che probabilmente è eccesso di zelo da parte mia ma me ne assumo la responsabilità... ho modificato la frase relativa alle decisioni di Dynit nel post lungo di sopra.

Preferirei si evitassero 'ste robe, con l'aria che tira è un attimo a passar guai anche per un niente, e non è la mia massima aspirazione. :sweat:

Blasor

Citazione di: Don G il 30 Gennaio, 2023, 21:35:08A proposito, consigli su cosa leggere di Tezuka? Volevo leggere Ayako

Sì. Poi Neo Faust, MW, La cronaca degli insetti umani, Diletta, Don Dracula, Metropolis, Shinsengumi, abusatissimo ma sempre valido La storia dei tre Adolf. Probabilmente Barbara.
Maria e la bambola per completezza e per ribadire quanto "Tezuka l'aveva sempre già fatto".

Delle più lunghe sicuramente Dororo, La Fenice, Black Jack, Il Bisturi e la Spada, Nanairo Inko, ultimamente edito in Italia  Il terzo occhio che è opera ingiustamente snobbata nella sua produzione.
Vorrei dire Atom ma non lo troverai mai completo e degno, temo.
Vorrei dire anche Melmo - I bonbon magici di Lilly ma l'anime è spanne sopra e in originale andrebbe senz'altro recuperato in quel modo.


Citazione di: Don G il 30 Gennaio, 2023, 21:32:44Infatti avevo messo i miei occhi su Himeanole, che dovrebbe parlare di serial killer e delitti passionali, definito da Isayama uno dei migliori manga che abbia letto, il tutto per la bellezza di 6 volumi. E' un manga che potrebbe spaccare i culi ma ovviamente mai tradotto ed a sto punto mi resta da sperare che Vertical ci si butti fra un paio di anni.

Esattamente.


edit: come tra l'altro anelo da anni qualcuno si fili gli UME o almeno Tokyo Toy Box ma niente. Niente.

Blasor

Oh ma Puparia ha fatto due anni lo scorso novembre.



Dura pochissimo ed è splendido.


Documentario in merito.