News:

8 Luglio 2005: Gamers4um è finalmente un "vero" forum... da parte mia
un caloroso benvenuto a tutti i vecchi e nuovi iscritti!!
Turrican3

Menu principale

Nintendo e le terze parti: the official thread

Aperto da Turrican3, 2 Luglio, 2013, 10:40:32

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Blasor

Citazione di: Turrican3 il 19 Settembre, 2022, 14:26:12però l'andazzo su sponda Nintendo per i generi che tradizionalmente vanno alla grande sulla concorrenza è questo da un bel pezzo e non pare essere semplicissimo cambiarlo.

La differenza è che se sono Made in Japan su Switch ormai vendono anche i sassi, l'esatto opposto di WiiU. Non è casuale il bipiatta orientale per eccellenza sia Switch-Ps4 (e ora Ps5). A meno di nuovi annunci che su Switch non girano/non vogliono farli girare, la norma del publisher orientale è "solo" oppure "anche" Switch.
Sega è rimasta forse l'unica ad arrivare tardi o non arrivare proprio (pratica che saltuariamente estende pure su Atlus). Non ci sarebbe niente di male a dire "abbiamo accordi pregressi con Sony esattamente come ne facciamo con Nintendo", è realistico e pienamente sensato a livello di business.
Più di "siamo una serie sporca e underground che parla di organizzazioni criminali realmente esistenti e Sony sicuro, SICURO, con le politiche attuali ce la passa più volentieri".
Chissà, magari da altri pure i porting dei porting dei porting di Kingdom Hearts sono stati "sporchi e underground" per anni.

Ti piace guadagnare su Switch come due terzi della nazione o mezzo mondo? Li porti. Non ti piace o sei vincolato da accordi? Non li porti. Semplice. Persino Capcom ha più onestà intellettuale.


Posto che Yakuza 8 non so nemmeno se ci girerebbe mai e i porting dei vecchi su Switch fatti male non li prenderei per principio (o affatto, personalmente, avendoli già tutti in collezione), ma il loro principio per evitare il tutto è un disco rotto e superato.

Turrican3

Citazione di: Blasor il 19 Settembre, 2022, 15:00:09La differenza è che se sono Made in Japan su Switch ormai vendono anche i sassi, l'esatto opposto di WiiU. Non è casuale il bipiatta orientale per eccellenza sia Switch-Ps4 (e ora Ps5). A meno di nuovi annunci che su Switch non girano/non vogliono farli girare, la norma del publisher orientale è "solo" oppure "anche" Switch.

Eh ma stavamo parlando di roba che va forte in primis su Playstation/Xbox/(PC) anche o soprattutto perchè pensata pressochè interamente per quel tipo di utenza. Roba che anche nell'ipotesi vada male in terra d'origine per l'installato ridotto - PS5 è alla canna del gas da quelle parti, e non è che PS4 abbia fatto chissà quali sfracelli - compensa alla grandissima in Occidente, autentico mercato di riferimento.

Un Final Fantasy o ancor più un Resident Evil della saga principale si continuano a vedere col binocolo su sponda Nintendo. Su Switch, salvo accordi che è facile pensare siano ben remunerati, finiscono perlopiù progetti a budget (relativamente) limitato, spin off e... bon.

Certo, abbiamo i Monster Hunter (ma anche qua, appena l'han piazzato su PS4 ha fatto il botto in Occidente, con numeri abbastanza diversi dalle esclusive - mi pare peraltro tutte o quasi a tempo - su sponda N), ogni tanto i Dragon Quest, ed ovviamente i millemila Sonic che comunque son multi nel 99% dei casi.

Insomma secondo me c'è ancora tanta tanta strada da fare.

A mio parere foooorse ci sarebbero più possibilità di trattamento più o meno uguale con un hardware comparabile, e per comparabile intendo hardware più sistema di sviluppo, alla concorrenza: insomma zero, ma proprio ZERO sbattimenti per adattare il codice (ed anche qua però, come non ricordare i tripli carpiati fatti dagli sviluppatori per domare dei mostri di complessità come PS2 e PS3 ? dubito qualcuno farà mai sforzi del genere su fronte Nintendo, e qualcosa dovrà pur voler dire), ma non ne vedo i presupposti nel breve/medio termine, per non dire mai :hihi: posto che la storia ha ampiamente dimostrato che combattere sul medesimo terreno porta soltanto a disastri commerciali in quel di Kyoto. Non che differenziarsi sia garanzia di successo - vedi WiiU - ma anche a parità di HW nell'immaginario di massa Sony ed in seconda battuta Microsoft le vedo pressochè imbattibili a meno di suicidi.

Eksam

Ma con tutte le cavolate fatte in passato in nome degli "studi di mercato" con Yakuza, Valkyrie Chronicles (saga morta per anni di scelte assurde), Sakura Wars (RIP), Persona, SMT e chissa quanti altri titoli stiamo ancora qua a giustificarli? Non c'hanno voglia e fine, lo accetto, evitassero scuse come se fosse colpa dell'utenza Switch.


AntoSara

Ma non credo si tratti di giustificarli o meno.
Partendo dal presupposto che gli attori di cui parliamo, da Nintendo alle Software House, sono tutti interessati a fare soldi (e magari non buttarne) se ci fosse anche solo la possibilità di tirarci su dei quattrini veri avremmo avuto l'intera, e tanto rimpianta, platea di multipiatta "che non arrivano su Nintendo" da un bel pezzo.

Non fosse così non si tratterebbe nemmeno più di avere voglia o meno.. ma di vera e propria idiozia.

Blasor

Abbiamo un topic per ogni occasione, siamo troppo forti :D


Citazione di: Turrican3 il 19 Settembre, 2022, 16:18:10Eh ma stavamo parlando di roba che va forte in primis su Playstation/Xbox/(PC) anche o soprattutto perchè pensata pressochè interamente per quel tipo di utenza. Roba che anche nell'ipotesi vada male in terra d'origine per l'installato ridotto - PS5 è alla canna del gas da quelle parti, e non è che PS4 abbia fatto chissà quali sfracelli - compensa alla grandissima in Occidente, autentico mercato di riferimento.

Aspetta. Stiamo parlando di giochi giapponesi che vanno forti in primis in Giappone e su piattaforme giapponesi. Ci sono Yakuza ed edizioni che ancora non hai mai visto né probabilmente sentito, né mai vedrai, non a caso.
E' una serie storicamente Sony che da Microsoft frega adesso esclusivamente per il Pass e su Steam puramente integra (e Steam è un'altra piattaforma dove a campione puoi vendere bene per motivi non meglio specificati e moda del momento, certi prodotti).
Per dire che l'occidente non è il mercato di riferimento per prodotti del genere, che di certo non vanno a compensare in occidente, né in Giappone frega autenticamente su quale console però rigorosamente giapponese esca la roba terze parti che vogliono, purché la piattaforma sia, appunto, nazionale e di tendenza (eccezione il PC per storici motivi di determinati generi e mercato).
Tradotto: storicamente stava da Sony perché è partita da ps2 e di certo non sarebbe mai partita dal gamecube, no? E' sfuggita agli esborsi Microsoft dell'epoca solo perché è un prodotto non avrebbero mai potuto capire, né interessava proprorre al proprio pubblico (Sega li copriva con altro, del resto).


Citazione di: Turrican3 il 19 Settembre, 2022, 16:18:10Un Final Fantasy o ancor più un Resident Evil della saga principale si continuano a vedere col binocolo su sponda Nintendo. Su Switch, salvo accordi che è facile pensare siano ben remunerati, finiscono perlopiù progetti a budget (relativamente) limitato, spin off e... bon.

Veramente Crapcom, a cui i soldi sono sempre piaciuti oscenamente, i RE li sta riportando tutti su Switch. Persino l'8.
Per questo si parlava di "prodotti per dati target" e l'affermazione di Yokoyama faceva ridere. RE è "luminoso" e "family friendly"?
Ribadisco infatti la frase mi quotavi: il mercato giapponese, per quanto sofferente, non è solo SquEnix o Capcom che peraltro ci sono più di Sega per i prodotti più giapponesi, il che resta un controsenso da qualunque punto di vista. Fai il giro degli altri publisher che ancora non sono pochi e dai un'occhiata quando o semplicemente se manca Switch. Scoprirai un mercato esattamente invertito rispetto al nostro, soprattutto perché lì vedrai sì e no un decimo di tutti i prodotti occidentali vedi qui e che non escono su Switch. Ma anche che ci escono, forse quelli li vedi un po' più spesso paradossalmente :asd:


Citazione di: Turrican3 il 19 Settembre, 2022, 16:18:10A mio parere foooorse ci sarebbero più possibilità di trattamento più o meno uguale con un hardware comparabile, e per comparabile intendo hardware più sistema di sviluppo, alla concorrenza: insomma zero, ma proprio ZERO sbattimenti per adattare il codice (ed anche qua però, come non ricordare i tripli carpiati fatti dagli sviluppatori per domare dei mostri di complessità come PS2 e PS3 ? dubito qualcuno farà mai sforzi del genere su fronte Nintendo, e qualcosa dovrà pur voler dire), ma non ne vedo i presupposti nel breve/medio termine, per non dire mai :hihi: posto che la storia ha ampiamente dimostrato che combattere sul medesimo terreno porta soltanto a disastri commerciali in quel di Kyoto. Non che differenziarsi sia garanzia di successo - vedi WiiU - ma anche a parità di HW nell'immaginario di massa Sony ed in seconda battuta Microsoft le vedo pressochè imbattibili a meno di suicidi.

Questo sacrosanto, invece.

Ma il punto è che si pensa a Yakuza come ad un brand molto mainstream e che definisce equilibri, così come al videogioco giapponese come al principale prodotto di tre/quattro publisher che gestiscono da soli l'intero mercato internazionale.
Semplicemente ancora no, per fortuna, così come il rapporto dei consumatori giapponesi con i brand non è mai stato e mai sarà comparabile a quello occidentale.
Per questo se la passano così male.


Citazione di: AntoSara il 19 Settembre, 2022, 18:19:17se ci fosse anche solo la possibilità di tirarci su dei quattrini veri avremmo avuto l'intera, e tanto rimpianta, platea di multipiatta "che non arrivano su Nintendo" da un bel pezzo.

Non nel mercato dove Switch è il collo di bottiglia che non viene sistematicamente supportato all'annuncio dei titoli, per cui non nel mercato occidentale. A meno che non siano indie.



Tutto il discorso è nato dal fatto si parlava di un prodotto giapponese, in merito ad una dichiarazione fatta da un produttore giapponese, in un'intervista in giapponese dove si parlava di contesto giapponese.
E' come se Rockstar dicesse che non porta più Red Dead su Playstation perché il selvaggio West non è roba culturalmente affine al brand. Suvvia.

Turrican3

#95
Citazione di: AntoSara il 19 Settembre, 2022, 18:19:17Non fosse così non si tratterebbe nemmeno più di avere voglia o meno.. ma di vera e propria idiozia.

Qui però io direi che le due cose possono anche essere contemporaneamente vere. Cioè, dei precedenti (e neppure pochi) li abbiamo secondo me.

Citazione di: Blasor il 19 Settembre, 2022, 21:25:16Abbiamo un topic per ogni occasione, siamo troppo forti :D

Questo, oppure c'è un admin alle soglie dell'OCD. :bua: :sweat:

CitazioneAspetta. Stiamo parlando di giochi giapponesi che vanno forti in primis in Giappone e su piattaforme giapponesi.
[...]

Non conosco granchè il venduto globale di Yakuza ma per me la questione è relativamente secondaria, nel senso che rimango dell'idea che nella loro visione sia un prodotto che ha probabilità (molto) più elevate di rientrare nelle spese se proposto all'utenza Sony. Non dico Sony+MS perchè mettendola sul solo Giappone, se la prima è in difficoltà la seconda è fondamentalmente inesistente. :D

Ha senso?
Non lo so, l'installato di Switch in Giappone è a dir poco enorme e come dicevo in precedenza un tentativo se io fossi in loro lo farei, anche solo in digitale se proprio vogliono contenere le spese alla grande.

Però non escluderei neppure la semplice stupidità e/o i preconcetti dei vertici aziendali e/o dei creativi di punta. :|

Ammetto anche che il mio tendenzialmente voleva essere un discorso più generale.

CitazioneVeramente Crapcom, a cui i soldi sono sempre piaciuti oscenamente, i RE li sta riportando tutti su Switch. Persino l'8.

Ma li porta in streaming, così è più facile (nonchè più economico e molto spesso più indecente da giocare)

Per tacere del fatto che si sono svegliati tardissimo su Switch (tanto per cambiare) e che il Monster Hunter con i soldini veri e soprattutto - ancora - più "sonarizzato" lo ha fatto altrove.

CitazioneMa il punto è che si pensa a Yakuza come ad un brand molto mainstream e che definisce equilibri, così come al videogioco giapponese come al principale prodotto di tre/quattro publisher che gestiscono da soli l'intero mercato internazionale.

Sulla prima cosa no vabbè, mai pensato che Yakuza fosse (commercialmente) così importante; per la seconda invece boh, tolta Nintendo bene o male non è così quindi secondo te? Dico proprio come importanza, non come quantitativo di uscite. :hmm:

Blasor

Citazione di: Turrican3 il 20 Settembre, 2022, 18:14:10Questo, oppure c'è un admin alle soglie dell'OCD. :bua: :sweat:

:lol:


Citazione di: Turrican3 il 20 Settembre, 2022, 18:14:10nel senso che rimango dell'idea che nella loro visione sia un prodotto che ha probabilità (molto) più elevate di rientrare nelle spese se proposto all'utenza Sony.

Senz'altro. Ma del resto non si è mai parlato di "toglierlo" a Sony o fare revisionismo storico "se non stava da Sony", proprio perché come detto, alla nascita, non poteva non stare da Sony, dato non avevano vincoli o richieste di nessun genere era la scelta assolutamente più sensata. La stessa che li ha fatti proseguire da Sony (e conoscere meglio al pubblico, dato che paradossalmente nonostante l'installato ps2 rispetto a ps3, lo conoscevamo in quattro gatti nei primi due capitoli, rispetto al 3 e successivi).
Appurato questo, se un portavoce mi dice "su Switch no perché non c'è il target", considerato che attualmente e soprattutto in contesto giapponese su Switch ci sono tutti i target e almeno un terzo dell'apparato censorio per le terze parti, non può non apparire una scusa formulata pure male.
Parliamo di quelli, come detto, che sono riusciti a far crepare Sakura Wars su ps4 senza provare nemmeno su Switch, dove se qualcuno osava dire "non c'era il target" l'avrebbero preso a schiaffi, infatti nessuno s'è permesso.
Ce la ricordiamo Electronic Arts riguardo Switch i primi tempi (aka "manco col bastone")? La vediamo la situazione attuale? Mi pare eloquente.

A monte: si ritiene seriamente una serie come Yakuza su Switch non funzionerebbe? Che studi di settore lì, dove Switch vende come il pane per fondamentalmente qualsiasi target e fetta di pubblico, gli abbiano dato come risultato che l'utenza Switch non se lo accatterebbe?
A quel punto aveva ragione chi diceva su Wii il target core non esisteva, allora, c'era sicuramente tanto di studio dietro.
Secondo me l'assurdità sta proprio in questo. Con tutto quello vende Koei-Tecmo facendo leva su fanservice affine in scenari diversi, loro sì e Yakuza no?


Citazione di: Turrican3 il 20 Settembre, 2022, 18:14:10Ma li porta in streaming, così è più facile (nonchè più economico e molto spesso più indecente da giocare)

Per tacere del fatto che si sono svegliati tardissimo su Switch (tanto per cambiare) e che il Monster Hunter con i soldini veri e soprattutto - ancora - più "sonarizzato" lo ha fatto altrove.

Va bene, come Kingdom Hearts che arriva dopo quasi vent'anni e fa pure rìde.
Ma li portano, loro, come soprattutto da SquEnix e tanti altri publisher orientali il supporto per molti altri proggetti di pregio (da notare originali, nemmeno spin-off riempitivi) non necessariamente ubercostosi non manca. In barba a Microsoft, tra l'altro.
Non hai mai sentito Capcom dire "quei giochi violenti e horrorifici su Switch? Giammai". Perché?

Svegliarsi tardi, tra l'altro, è comunque meglio di non svegliarsi proprio.
Mi dirai pure che Capcom dovrebbe spiegare perché dopo il Monster Hunter da 25 milioni e rotti su due piattaforme, quello dopo lo ripete esclusivo sugli stessi delle precedenti due generazioni per quasi 15 milioni & counting. Sempre escludento le integrazioni Steam, se ho capito. Se ti dicesse che da Sony non lo riporta perché "non c'è il target", non gli sputeresti in faccia?

Precisiamo anche non è che Sega il supporto non lo dia eh. Hanno svenduto Bayonetta, c'è Sonic, il porting di Project Diva e persino Phantasy Star Online 2.
Ma ti pare possibile terminare l'apporto più orientale nel 2018 tra Valkyria Chronicles 4 e Shining Resonance Refrain? Niente Yakuza, niente conversioni mecha arcade (convertibilissime da Microsoft e piuttosto che infognarle lì, al massimo su Playstation nonostante da RinEdge su Switch ci giri tranquillamente), niente Shenmue, Sakura Wars, Virtua Fighter 5 (praticamente Ryu Ga Gotoku Studio e AM2 banditi da Switch senza apparente motivo).
Tutta roba che l'utenza Switch non si accatterebbe? Sul serio?


Citazione di: Turrican3 il 20 Settembre, 2022, 18:14:10Sulla prima cosa no vabbè, mai pensato che Yakuza fosse (commercialmente) così importante; per la seconda invece boh, tolta Nintendo bene o male non è così quindi secondo te? Dico proprio come importanza, non come quantitativo di uscite. :hmm:

Se capovolgi, da loro la nostra roba arriva tramite tre-quattro publisher che spesso e volentieri la roba la fanno localizzare da publisher del loro paese.
Diremmo (o direbbero) il videogioco europeo o americano è il principale prodotto di tre/quattro publisher che gestiscono da soli l'intero mercato internazionale?
Ancora no. Sbaglio?
Ci arriveremo perché l'andazzo è quello, ma attualmente assieme a Nintendo, Bandai Namco, Square "Taito" Enix, Konami (lol), SegAtlus, Capcom, hai una lunga lista di Koei-Tecmo, Marvelous, Nippon Ichi, GungHo, Level-5 (ri-lol), Mages, SNK, Spike Chunsoft ecc. ecc.
Questa è tutta roba che fa il mercato giapponese nella sua interezza, a prescindere dall'importantanza e, stranamente, stanno tutti anche o prevalentemente su Switch. Nonché vengono tutti pubblicati anche in occidente per la maggioranza o molti dei loro prodotti.

Turrican3

Citazione di: Blasor il 20 Settembre, 2022, 22:26:20Appurato questo, se un portavoce mi dice "su Switch no perché non c'è il target", considerato che attualmente e soprattutto in contesto giapponese su Switch ci sono tutti i target e almeno un terzo dell'apparato censorio per le terze parti, non può non apparire una scusa formulata pure male.
Citazione di: Blasor il 26 Settembre, 2022, 15:38:19L'ultima parte di settembre è assai esplicativa del discorso facevo in merito al mercato giapponese.

23 posizioni su 30 Switch. 8 posizioni su 10 in top ten Switch, con in top ten 3 titoli terze parti che vendono meglio su Switch o solo su Switch (in quest'ultimo caso facendo monetizzare anche Microsoft :asd: ).

Secondo me, sintetizzando al massimo e guardando al mercato nel suo complesso (quanti titoli a budget alto o altissimo possono essere remunerativi puntando sul solo mercato nipponico?), i mondi di Sony/MS da un lato e Nintendo dall'altro sono sostanzialmente speculari nella migliore delle ipotesi*.

Nel senso che nel mondo Sony/MS vanno fortissimo i titoli cosiddetti maturi (qualsiasi cosa significhi :asd:) mentre quelli family-friendly rappresentano la minoranza, sul versante Nintendo accade l'esatto opposto.

Ora, questo implica che non si possa vendere BENE un titolo family-friendly all'utenza Sony o un titolo mature ai nintendari? Io penso di no.

Però ad oggi il trend a me pare abbastanza chiaro, con la scommessa (fallita) di Resident Evil 4 si è chiusa un'era e c'è poco che lasci presagire possano riaprirsi prospettive di quel genere - a meno di clamorosi stravolgimenti nelle politiche di Nintendo.

* = ad oggi direi proprio uno scenario alla Switch: al GC mancavano i numeri, il Wii era troppo sbilanciato come utenza, i portatili puri fino al 3DS incluso molti sviluppatori non li toccavano neppure col bastone, anche da questo punto di vista Switch ha rappresentato un salto non banale nell'approccio software (sicuramente perlopiù grazie al Tegra ed al lavoro fatto da Nvidia con l'API)

Blasor

Citazione di: Turrican3 il 26 Settembre, 2022, 15:59:05Però ad oggi il trend a me pare abbastanza chiaro, con la scommessa (fallita) di Resident Evil 4 si è chiusa un'era e c'è poco che lasci presagire possano riaprirsi prospettive di quel genere - a meno di clamorosi stravolgimenti nelle politiche di Nintendo.

Ok il trend, ma il mercato "bianco o nero" continua a disarmarmi un attimino.
O Nintendo è abilissima a nasconderti le cose, o io mi sto sognando il pauroso shift commerciale di questa console.

Mi vengono in aiuto quelli di PlayAsia per cercare di far passare il punto.
Lista Switch CERO D (dai 17 anni in su): 155 elementi.
Lista Switch CERO Z (dai 18 anni in su): 39 elementi.

Lista Ps4 CERO D: 252 elementi.
Lista Ps4 CERO Z: 109 elementi.

Le altre cifre alla mano:

CERO C (15 anni in su): NSW 270 | PS4 309
CERO B (12 anni in su): NSW 351 | PS4 264
CERO A (tutte le età):  NSW 410 | PS4 172

Per la cronaca, un Yakuza a caso lì è CERO D.
Da considerare PlayAsia non conteggia i DD only a meno che non abbiano codici retail riscattabili, inserisce ogni riedizione di titolo e sia edizioni lisce, sia collector, per cui possono esserci ripetizioni ma anche ri-vendite.
Segnalo anche Ps4 è sul mercato dal 2013, mentre Switch dal 2017, per cui la media è ancora più interessante considerato lo scarto di ben quattro anni.
Giacché si parlava di "supporto a Switch" e calcolato lo scarto di anni: NSW 1225 | PS4 1106

Questo, amici miei, è il Giappone.

La domanda è: con un parco titoli che praticamente supera la concorrenza con uno scarto quadriennale, con quasi 200 titoli dai 17 anni in su e i CERO D a due terzi del totale concorrente, dov'è che vanno male i titoli per certi target su Switch? E se il brand fosse di punta?
Chi si fa problemi su Ps4 a non portare un 12 anni in giù di punta? Credo nessuno. Manco Sega.


Per cui passiamo agli altri mercati occidentali limitatamente alla "maturità", già sufficiente per capire come diversamente vengono ragionati i target qui.

ESRB M (17 anni in su): NSW 133 | PS4 283

PEGI 16: NSW 137 | PS4 195
PEGI 18:  NSW 67 | PS4 174

Ora sì che "non è una console per vecchi" :asd:

Turrican3

Citazione di: Blasor il 26 Settembre, 2022, 23:40:28Ok il trend, ma il mercato "bianco o nero" continua a disarmarmi un attimino.

La questione a mio parere è semplicissima: cioè che piattaforma di destinazione (e costi di sviluppo!) determinano in maniera semi-automatica la predisposizione - o meno - degli editori.

All'atto pratico, un AAA (aggiungo "mature", ma in realtà nella quasi totalità dei casi basta la prima che ho detto) lo vedrai sempre e comunque su Playstation (e/o Xbox), su Nintendo... boh, forse, in ritardo, se la piattaforma Nintendo supera "il test" ecc. ecc. Ma comunque praticamente MAI in esclusiva, neppure temporale: a memoria come eccezioni mi vengono in mente solo Dragon Quest e Monster Hunter Rise, entrambi peraltro con degli asterischi grossi quanto una casa (nel primo caso mi gioco le orecchie che un Final Fantasy della serie principale è di gran lunga più costoso, nel secondo il fatto che dall'altro lato della barricata c'è MH World che lo precede in termini di spinta, costi di sviluppo e chi più ne ha più ne metta)

Se invece parliamo di budget medio o medio/basso allora la questione può cambiare, anche di parecchio. Sarei matto a negarlo, e su questo (non solo in Giappone a dire il vero, ed ovviamente se mettiamo nel calderone anche le conversioni tardive di titoli il cui budget è ben più elevato, la faccenda migliora ulteriormente) Switch è probabilmente la prima macchina che segna una considerevole inversione di tendenza dai tempi, appunto, del povero Gamecube.

Forse la reale domanda che dovrei pormi per tornare ad un tema più specifico, visto da dove siamo partiti, è: ma uno Yakuza può essere considerato un AAA in termini di budget?

Ecco, su questo la mano sul fuoco non ce la metto.
Però a vedere Sega (e non solo Sega) così restia, il dubbio che dal loro punto di vista anche una mera conversione sia ritenuta troppo rischiosa mi resta. :D

NB: sento che potremmo continuare per settimane :lol: ma per me non c'è problema eh, è sempre un piacere. :D

AntoSara

Citazione di: Turrican3 il 27 Settembre, 2022, 13:41:42Forse la reale domanda che dovrei pormi per tornare ad un tema più specifico, visto da dove siamo partiti, è: ma uno Yakuza può essere considerato un AAA in termini di budget?

Mah, considerando che creano una quartiere e ci ambientano dentro una mezza dozzina di giochi (anche di più) senza modificare quasi niente la domanda è più che lecita.

Citazione di: Turrican3 il 27 Settembre, 2022, 13:41:42Però a vedere Sega (e non solo Sega) così restia, il dubbio che dal loro punto di vista anche una mera conversione sia ritenuta troppo rischiosa mi resta. :D

Che lo considerino un rischio io lo trovo scontato. Tutto il dibattito sorge dai motivi che ci sono dietro.. magari un giorno lo scopriremo  :hihi:

Blasor

Citazione di: Turrican3 il 27 Settembre, 2022, 13:41:42NB: sento che potremmo continuare per settimane :lol: ma per me non c'è problema eh, è sempre un piacere. :D

No ma figurati, settimane così sarebbero oro a confonto di giorni a insultarsi :D


Io colgo perfettamente quello che intendi, ma non colgo come si possa applicare al mercato giapponese.
Un mercato dov'è l'AAA è una favoletta da propinare all'occidente da quasi trent'anni e il punto non è mai stato il budget, al massimo come impiegarlo, per il vero obbiettivo che è il brand in sé, unico vero metro di notorietà e guadagno.
Parli di un mercato che s'è accattato ben due main entry della serie di rpg più famosa e remunerativa in assoluto (che ricordiamo agli amici a casa è Dragon Quest, non Final Fantasy) rispettivamente su DS e Wii.
Non a caso gli sviluppatori giapponesi più di successo internazionale sono quelli che hanno imparato a spacciare bene l'AAA in giro. Quelli più di successo in patria, sono quelli continuano a foraggiare i propri brand come e/o con quello il consumatore si aspetta da loro. Poi c'è Nintendo, che fa entrambe le cose oppure nessuna delle due, a seconda di come gli gira :asd:

Non è importante se Yakuza sia un A, AA, AAA o l'alcalina che preferisci. E' importante che Yakuza sia un brand. Di punta. Di un target già ampiamente coperto su Switch, come ampiamente dimostrato sopra.
Se confronti con l'operato di altri sviluppatori, di cui sempre sopra ho portato vari e variegati esempi, ti sembra più probabile "non c'è il target", oppure che più semplicemente gli pesa il culo e/o sono vincolati da contratto e/o il loro reparto marketing lo capirebbero meglio i fan orientali (come dimostrato da altri brand oltre Yakuza)?
Riparliamone quando l'ennesimo sviluppatore poterà l'ennesimo titolo con lo stesso target su Switch come sta già facendo, oppure quando erano vere la 1 e/o la 3 e Sega stessa lo porterà pensando, giustamente, la gente non ricorderà più nulla delle baggianate dette prima.