News:

8 Luglio 2005: Gamers4um è finalmente un "vero" forum... da parte mia
un caloroso benvenuto a tutti i vecchi e nuovi iscritti!!
Turrican3

Menu principale

[MULTI] Return to Monkey Island - a game by Ron Gilbert

Aperto da Bluforce, 4 Aprile, 2022, 17:19:12

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Parsifal

#90
Iniziato a livello difficile  :hmm:

Avrei preferito un altro scelta stilistica per la grafica ma comunque..

Ifride


Eksam


Rh_negativo

fatte un paio d'ore.
Mi sta piacendo molto e la scrittura è molto più brillante di quanto pensassi (temessi).
Certo è autocelebrativo tanto...

Rh_negativo

Finito!

Molto molto bello.
si poteva osare di più su certi aspetti ma hanno resistito alla tentazione di fare un mero revival.

Blasor


AntoSara

Sono al secondo capitolo..

Per me non delude, riprende a piene mani i canoni della serie.
Non sono d'accordo con quella parte di recensioni che sottolinea che sia più "facile"

Io non lo trovo particolarmente più facile degli altri, sono io che ora ho 38 anni e sono più sgamato di quando ne avevo 9 o 10 e giocavo ai primi capitoli.

Senza considerare che collegare la parola "facile" al fatto che esiste un sistema di aiuti secondo me è come dire che Doom Eternal è semplice perchè esiste la modalità "supereasy" (non ricordo come si chiama).

Volendo avrebbero potuto aggiungere una modalità ultra difficile dove il libro degli aiuti e quello degli obbiettivi non ci fosse. Ma proprio volendo..

Ifride

Allora, ho voluto far decantare un pò i pensieri su questo Return perchè a mio parere di cose da dire ce ne sono molte e sicuramente anche così qualcosa mi sfuggirà.
Per me ha perfettamente centrato l'obbiettivo che Gilbert e Grossman si erano posti, cioè quello di creare un seguito spirituale del due, ma al tempo stesso che non cancellasse tutto ciò che è stato fatto nel mezzo, riuscendo a creare un ponte anche fra le sensazioni di ieri e quelle di oggi alla luce di quello che siamo, ma anche dei nostri ricordi.
Partendo dallo stile grafico così criticato (come detto per me era già bello dai trailer con la sola eccezione di Guybrush che è continuato a essere un pò bruttino), si può dire che in movimento e dal vivo rende molto meglio che dai video e dalle immagini e il cartoonesco si inserisce bene in un'ambientazione che è sempre stata sopra le righe e fuori di testa. Ogni scelta poi nei dettagli rimanda agli originali creando un bel dialogo tra questi e la nuova realizzazione (perchè continuare a volere un solo stile quando da sempre la saga ne ha usati tanti e si può quindi dare sfogo all'immaginazione?).
Ma dove tutto viene al "pettine" e riassume quella che per me è un'operazione gestita con grande amore è la scrittura, e sappiamo naturalmente tutti quanto sia l'anello fondamentale in un genere come le avventure grafiche.
Sia perchè è la molla che ti spinge avanti nell'esplorazione, sia perchè è legata indissolubilmente agli enigmi, il motore dell'azione. Ecco, qui molti vecchi fan di monkey ho letto che hanno riscontrato un'eccessiva facilità, invece per me non è altro che la realizzazione di un'avventura moderna con meccanismi più logici adatti poi, e soprattutto, a un target di età (quello dei 35-40 enni, cioè i ragazzini che giocavano agli originali) che ormai, ma qui magari parlo per sentore personale, non hanno più voglia di spremersi il cervello in soluzioni di pensiero laterale che a volte sfiorano l'assurdo.
Ho trovato per questo un ritmo perfetto in tutta l'avventura e mi sono bloccato solo qualche volta godendo a pieno quindi di tutto quello che c'era da raccontare.
E cosa mettono questi due grandi autori in questo loro bellissima opera? Beh, c'è sicuramente la nostalgia per quello che era, che è cambiato (ahh i maestri pirati di un tempo, loro sì che venivano mossi da ideali, non come i giovani d'oggi solo dal raggiungere al più presto obbiettivi concreti a tutti i costi!), ma in qualche caso è rimasto se stesso (Stan per dire, si è adattato i tempi ma sempre truffaldino è). C'è l'evoluzione a mio parere bellissima, del rapporto tra Guy ed Elaine con dei dialoghi fra di loro di una tenerezza unica. L'ex governatrice di Melee Island da forte e indomita "fisicamente", ora cerca di realizzare se stessa attraverso degli ideali di nobiltà legati alla salute e contro l'ignoranza (ahhh che bella e soddisfacente la critica ai no vax :D "Troppa scienza" dicono i pirati colpiti da scorbuto, tranne poi accettare la cura solo perchè gli viene venduta molto meglio da quel genio - populista aggiungerei io - di Stan).
Ed è sempre lei nella passeggiata finale, prima di arrivare alla testa di scimmia, che fa riflettere Guybrush su come questa sua enorme fissazione per il segreto di monkey island l'abbia fatto comportare in maniera egoista nei confronti di tanti personaggi.
Le ossessioni, ci dice l'autore che si rivolge anche a noi così tanto focalizzati su cosa volesse dire quel finale del due e quale fosse il segreto, possono farci perdere per strada la bussola, possono portarci a compiere (sui social nella vita reale) atteggiamenti insensati ed eccessivi.

E quindi il finale e il segreto cosa possono essere se non in realtà un gioco? Un parco che cade a pezzi perchè quel segreto è un'illusione, qualcosa di cui non c'è bisogno perchè è il viaggio, la storia raccontata al piccolo Guybrush, con il suo ottovolante di emozione la cosa più importante di tutte.

Che bellezza lo sguardo finale del protagonista da solo, immerso nei suoi pensieri, che forse sono pure i nostri, alla fine di questo bel viaggio fatto assieme e durato per 30 anni. :)

Rh_negativo

Sulla grafica c'è' da dire che effettivamente è anche bella, i personaggi secondari sono caratterizzati benissimo.
Elain, Lechuck, Stan... sono la naturale evoluzione del concept originale in uno stile più moderno.

Poi c'è Guybrush  :|
Protagonista del gioco, primo personaggio mostrato e ovviamente tutti si sono fissati su quello.
Che per motivi incomprensibili pare disegnato da un Andrea Pazienza ubriaco.

Blasor





Chi l'ha finito mi spoilera una cosa su cui voglio essere spoilerato? Oltre il 3, sono canon anche 4 e Tales? Oppure semplicemente non vengono menzionati?

Rh_negativo

Citazione di: Blasor il 28 Settembre, 2022, 20:48:34



Chi l'ha finito mi spoilera una cosa su cui voglio essere spoilerato? Oltre il 3, sono canon anche 4 e Tales? Oppure semplicemente non vengono menzionati?

Io ho una memoria di merda ma mi pare non ci siano citazioni a riguardo...
Blocco nascosto
il gioco si rifà principalmente ai primi due capitoli (e se non ricordo male cita anche eventi del terzo)
[close]

Ifride

Vengono citati nel racconto inziale di Guybrush sulle sue precedenti avventure quindi li hanno fatti rientrare, anche se per stessa ammissione degli autori hanno considerato qualcosa e non altre per la coerenza interna di questo episodio.