Gamers4um

News: in collaborazione con:

Autore Topic: [A+C] L'angolo del Fumetto occidentale  (Letto 2093 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline laikacomehome

  • Giovane Padawan
  • *
  • Post: 269
    • Mostra profilo
    • pop-eye
Re:[A+C] L'angolo del Fumetto occidentale
« Risposta #15 il: 29 Febbraio, 2020, 15:55:56 »
Gli spillati ormai costano più delle sigarette. :hmm:
Grazie a Panini.

Ormai acquisto solo Rat-Man gigante perché amo il politicamente scorretto ma non volgare.
Sì, e vedrai ora che è praticamente un monopolista dell'intero mercato dei comics supereroistici mainstream in Italia... praticamente farà ciò che vuole, sia a livello di tiratura che di prezzo.
E pensare che all'epoca della Planeta De Agostini la gente si lamentava. :asd:
Frittole ha delle belle storie, secondo me è molto schifato solo perchè non al livello dell'originale.
Del nuovo corso non mi è piaicuto molto il dover per forza ricacciar fuori personaggi che avevano completato la loro funzione già in PKNA.
Boh Frittole per me è veramente anonimo. Alla fine è una copia di Lanterna Verde in salsa Disney. Mancano tutti i punti di fascino.

Offline Rot!

  • Cugino di Obi-Wan
  • *****
  • Post: 4173
  • Everybody relax, I'm here
    • Mostra profilo
Re:[A+C] L'angolo del Fumetto occidentale
« Risposta #16 il: 29 Febbraio, 2020, 16:13:41 »
Una breve e doverosa premessa: ero un lettore abbastanza forte di fumetti, ma negli ultimi 10-12 anni il tempo dedicato alla nona arte si e' drasticamente ridotto... carenza di tempo libero, stanchezza cronica e un po' di pigrizia, vivendo in Belgio il mio francese e'  troppo rudimentale e mi rovino la lettura.
Insomma leggo poco e sono consapevole di poter scrivere solo delle mezze ovvietà.

Letture recenti:
- Sto rileggendo Bone. Non lo avevo amato in passato, ma una serie di eventi di cui vi evito la cronaca me lo hanno fatto riprendere in mano. Ora, alla seconda lettura, capisco meglio quale ne sia il fascino e tuttavia faccio ancora fatica a comprenderne fino in fondo il successo planetario. Lo apprezzo molto piu' di prima, ma ancora non e' amore.
- Ho appena letto Momenti straordinari con applausi finti. Pur essendo un ammiratore senza remore di Gipi, questo volume non mi ha del tutto convinto. Siamo sempre a livelli stellari, ma temi, sviluppo, linguaggio mi hanno dato un forte senso di deja-vu, non sono riuscito a scrollarmi di dosso la sensazione di essere di fronte al solito Gipi. Non  vorrei sembrasse un commento duro, semplicemente la terra dei figli mi aveva preso in modo molto piu' viscerale.
- Il rilancio di Dylan Dog, di cui non ho letto nulla, mi ha pero' messo una voglia matta di rileggere qualche vecchio numero e cosi' ho sempre degli albi d'annata sul comodino. Secondo me tutti dovrebbero avere sempre degli albi d'annata di Dylan sul comodino, sempre. Numeri piu' recenti solo se si hanno problemi a prendere sonno.

Mi prendo ancora un po' di spazio per segnalare una delle poche cose che negli ultimi anni mi abbia davvero entusiasmato: Mercurio Loi.
E' una vera bomba, ci ho messo qualche numero a capirlo, ma poi lo ho amato in modo incondizionato, erano davvero anni che non mi entusiasmavo cosi'. Pare che la serie non abbia incontrato un grande riscontro di pubblico: e' un vero un peccato, per me si tratta di istant classic.

Saluti

Offline Rot!

  • Cugino di Obi-Wan
  • *****
  • Post: 4173
  • Everybody relax, I'm here
    • Mostra profilo
Re:[A+C] L'angolo del Fumetto occidentale
« Risposta #17 il: 29 Febbraio, 2020, 16:39:52 »
Dimenticavo!
Le cose che vorrei leggere, per cosi' dire i buoni propositi. Che poi finisce che se tutto va bene li leggero' fra due lustri.

- Providence di Moore
- L'immortale Hulk
- Celestia di Manuele Fior
- riprendere in mano Invincible (che io ho trovato un po' per teenager, ma via si legge davvero in un fiato e regala emozioni degne di una soap brasiliana)

Saluti

Offline Yodosan

  • Giovane Padawan
  • *
  • Post: 56
    • Mostra profilo
Re:[A+C] L'angolo del Fumetto occidentale
« Risposta #18 il: 1 Marzo, 2020, 10:14:54 »
Bel topic  :sisi:

Ma voi dove vi rifornite?
Io avevo una fumetteria di fiducia, con un servizio di casella che mi piaceva assai (pure gratis) ma ha chiuso ormai da un pò, ho dovuto migrare su altri lidi (o dovrei dire siti).

Offline kafkamorente

  • Giovane Padawan
  • *
  • Post: 97
  • caotico neutrale
    • Mostra profilo
Re:[A+C] L'angolo del Fumetto occidentale
« Risposta #19 il: 1 Marzo, 2020, 10:40:46 »
Io ormai il fumetto l'ho un po' lasciato da parte.

Molto male. :'(

vivendo in Belgio il mio francese e'  troppo rudimentale e mi rovino la lettura

Io ormai leggo sempre insieme ad un mio nuovo amico, si chiama reverso context. Siamo molto affiatati. Inseparabili.

- Il rilancio di Dylan Dog, di cui non ho letto nulla, mi ha pero' messo una voglia matta di rileggere qualche vecchio numero e cosi' ho sempre degli albi d'annata sul comodino. Secondo me tutti dovrebbero avere sempre degli albi d'annata di Dylan sul comodino, sempre. Numeri piu' recenti solo se si hanno problemi a prendere sonno.

Ho avuto la sfortuna (me li hanno portati dall'Italia) di leggere qualche numero del conto alla rovescia, prima della meteora per intenderci, e li ho trovati insulsi, insipidi, imbarazzanti, maleodoranti. Mi riferisco in particolar modo ai numeri 388 (Esercizio numero 6) e 391 (Il sangue della Terra, si proprio quello dove in copertina D. tiene in mano un lanciafiamme :|). Per non parlare dell'orribile, in tutti i sensi, 383 (Profondo Nero) sceneggiato dal (fu) maestro Dario Argento, semplicemente spazzatura.
Con il reboot in stile new 52, secondo me hanno trovato anche un escamotage funzionale, e fare dei brevi cicli invece che storie auto-conclusive è una figata.
I disegnatori ce li hanno (Roi :inlove:). Il problema, per me, sono gli sceneggiatori e la direzione di Recchioni.
Detto questo, sarei molto curioso di leggere dal numero 400 fino a fine primo ciclo, ma so che la delusione potrebbe essermi fatale. :bua:
Il nuovo corso sarà un pessimo corso.

Purtroppo a volte sono anche l'unica soluzione  :'(

Si, di fatti, abitando in 30mq credo di sapere cosa intendi. Ho deciso che non comprerò più serie infinite (ho venduto anche parecchia roba) e se dovessi avere voglia di leggerle le leggerò in digitale. Non si può fare altrimenti. Di carta (bellissima carta) continuo a comprare integrali, piccole serie, deluxe.

- Providence di Moore

Anche sulla mia lista, che un giorno forse pubblicherò :asd:

Offline Nessark

  • Cugino di Obi-Wan
  • *****
  • Post: 349
  • Sull'orlo del tempo
    • Mostra profilo
    • The Brink of Time
Re:[A+C] L'angolo del Fumetto occidentale
« Risposta #20 il: 1 Marzo, 2020, 11:45:19 »
PK lo leggevo tanti anni fa.
È un fumetto fantastico fino a frittole (che sarebbe PK3).
Del nuovo corso ho apprezzato l'unica cosa che ho letto, e cioè il ciclo iniziale di Artibani.

Anch'io mi sono fermato al Raggio Nero. Artibani rimane uno dei miei sceneggiatori preferiti, e la direzione dei nuovi numeri (da quello che ho letto/visto in giro) non mi attrae particolarmente.
A proposito di PK e Disney (e di Artibani), ci sono alcune parodie di grandi classici di letteratura e cinema che vi consiglio caldamente e che sono uscite in edizione De Luxe: Moby Dick, Metopolis e Topolino e Pippo On The Road. (penso si sia capito che adoro Paolo Mottura, vero?)

« Ultima modifica: 1 Marzo, 2020, 12:28:36 da Nessark »

Offline laikacomehome

  • Giovane Padawan
  • *
  • Post: 269
    • Mostra profilo
    • pop-eye
Re:[A+C] L'angolo del Fumetto occidentale
« Risposta #21 il: 1 Marzo, 2020, 12:26:18 »
Anch'io mi sono fermato al Raggio Nero. Artibani rimane uno dei miei sceneggiatori preferiti, e la direzione dei nuovi numeri (da quello che ho letto/visto in giro) non mi attrae particolarmente.
A proposito di PK e Disney (e di Artibani), ci sono alcune parodie di grandi classici della letteratura che vi consiglio caldamente e che sono uscite in edizione De Luxe: Moby Dick, Metopolis e Topolino e Pippo On The Road. (penso si sia capito che adoro Paolo Mottura, vero?)


Sì, le ho lette.
Ricordo anche delle rivisitazioni di altri grandi classici, come la locandiera di Goldoni...che spettacolo.

Offline 3cod3

  • Giovane Padawan
  • *
  • Post: 269
    • Mostra profilo
Re:[A+C] L'angolo del Fumetto occidentale
« Risposta #22 il: 2 Marzo, 2020, 10:26:12 »
Anch'io mi sono fermato al Raggio Nero. Artibani rimane uno dei miei sceneggiatori preferiti, e la direzione dei nuovi numeri (da quello che ho letto/visto in giro) non mi attrae particolarmente.
A proposito di PK e Disney (e di Artibani), ci sono alcune parodie di grandi classici di letteratura e cinema che vi consiglio caldamente e che sono uscite in edizione De Luxe: Moby Dick, Metopolis e Topolino e Pippo On The Road. (penso si sia capito che adoro Paolo Mottura, vero?)



Le ho tutte e tre.
Ma anche se sono belle, preferisco di gran lunga la trilogia "horror" di Enna/Celoni (Dr Ratkill, Dracula e Duckenstein)


Qui Celoni ha potuto sfogarsi come non mai (in ambito disney)
« Ultima modifica: 2 Marzo, 2020, 10:55:53 da 3cod3 »

Offline kafkamorente

  • Giovane Padawan
  • *
  • Post: 97
  • caotico neutrale
    • Mostra profilo
Re:[A+C] L'angolo del Fumetto occidentale
« Risposta #23 il: 4 Marzo, 2020, 20:24:17 »
Bel topic  :sisi:

Ma voi dove vi rifornite?
Io avevo una fumetteria di fiducia, con un servizio di casella che mi piaceva assai (pure gratis) ma ha chiuso ormai da un pò, ho dovuto migrare su altri lidi (o dovrei dire siti).

Io compro solo in libreria/fumetteria (circuito canal BD, fnac, fumetterie dell'usato che qui sono incredibili.
Una di queste è la mia preferita, si chiama Apooum Bapoum. :sisi:)
Comprare online non è abbastanza soddisfacente credo, mi piace proprio andare in giro per librerie, toccare, sfogliare.

L'ultima volta che ho comprato in Italia è stato alla Feltrinelli di Firenze mi pare, in vacanza. Due adattamenti di Gou Tanabe di due racconti di H.P. Lovecraft.

P.S. Esistono ancora librerie in Italia che non siano Mondadori/Feltrinelli?

Offline Turrican3

  • Forum Admin
  • *****
  • Post: 53461
  • playing = believing
    • Mostra profilo
    • Gamers4um
Re:[A+C] L'angolo del Fumetto occidentale
« Risposta #24 il: 4 Marzo, 2020, 21:19:19 »
Sì nella mia zona ancora qualcosa resiste ma leggo di non poche difficoltà legate appunto alla concorrenza della grande distribuzione.

Offline laikacomehome

  • Giovane Padawan
  • *
  • Post: 269
    • Mostra profilo
    • pop-eye
Re:[A+C] L'angolo del Fumetto occidentale
« Risposta #25 il: 4 Marzo, 2020, 21:31:19 »
Ora con la nuova legge sul libro qualcosa dovrebbe cambiare, ma ho dei grossi dubbi in merito.

Offline Yodosan

  • Giovane Padawan
  • *
  • Post: 56
    • Mostra profilo
Re:[A+C] L'angolo del Fumetto occidentale
« Risposta #26 il: 4 Marzo, 2020, 22:03:14 »


Io compro solo in libreria/fumetteria (circuito canal BD, fnac, fumetterie dell'usato che qui sono incredibili.
Una di queste è la mia preferita, si chiama Apooum Bapoum. :sisi:)
Comprare online non è abbastanza soddisfacente credo, mi piace proprio andare in giro per librerie, toccare, sfogliare.

L'ultima volta che ho comprato in Italia è stato alla Feltrinelli di Firenze mi pare, in vacanza. Due adattamenti di Gou Tanabe di due racconti di H.P. Lovecraft.

P.S. Esistono ancora librerie in Italia che non siano Mondadori/Feltrinelli?

Dove abiti?
Qui esiste ancora qualcosa ma la mia fumetteria di fiducia ha chiuso quasi due anni fa ormai, da un giorno all'altro, lasciando un foglietto sulla saracinesca...sono stato 10 minuti a guardarla, un ottimo soggetto per una foto instant classic, di quelle in b/n che si facevano durante la guerra del Vietnam.
Era ottima come fumetteria, offriva un servizio di casella utilissima per gli smemorati come me.

Alla fine il parallelo con i negozietti di videogame è abbastanza facile da tracciare, anche se i fumetti (come la musica) avranno sempre la loro dose di appassionati che decidono di aprire un negozietto per gente come loro.

Ps: li ho letti anche io gli adattamenti di Tanabe, non male.

Offline Ifride

  • Cugino di Obi-Wan
  • *****
  • Post: 3367
    • Mostra profilo
    • La mia pagina di foto
Re:[A+C] L'angolo del Fumetto occidentale
« Risposta #27 il: 5 Marzo, 2020, 09:29:47 »
Anch'io mi sono fermato al Raggio Nero. Artibani rimane uno dei miei sceneggiatori preferiti, e la direzione dei nuovi numeri (da quello che ho letto/visto in giro) non mi attrae particolarmente.
A proposito di PK e Disney (e di Artibani), ci sono alcune parodie di grandi classici di letteratura e cinema che vi consiglio caldamente e che sono uscite in edizione De Luxe: Moby Dick, Metopolis e Topolino e Pippo On The Road. (penso si sia capito che adoro Paolo Mottura, vero?)

Lette due su tre (mi manca Topolino e Pippo on the Road), bellissime e poi molto contento che vengano ripubblicate in queste belle edizioni.

Per quanto riguarda fumetti occidentali ho finito da poco di leggere la prima parte di Celestia e non mi ha convinto, vedremo la seconda.
Poi io sono molto fan della Nicola pesce editore che da qualche anno a questa parte sta ripubblicando tutte le opere dei maestri italiani Dino Battaglia, Sergio Toppi, Micheluzzi e De Luca.
Di quest'ultimo ho letto recentemente Shakespeariana che raccoglie tre tragedie del bardo riadattate a fumetto magnificamente, con una costruzione delle tavole geniali e sperimentalissime anche oggi e Paulus, una storia concepita per il Giornalino di ambito religioso, ma con connotati fantascientifici e soprattutto con il tema dell'importanza della cultura e del sapere, bellissima.

https://edizioninpe.it/collane/gianni-de-luca/

Spammo anche una mia recensione di un numero del capolavoro di Alessandro Bilotta (edito da Bonelli), Mercurio Loi, che tutti dovreste recuperare se ancora non letto.
https://www.lospaziobianco.it/mercurio-loi-linconsistente-ricerca-del-posto-giusto-nel-mondo/

Offline Turrican3

  • Forum Admin
  • *****
  • Post: 53461
  • playing = believing
    • Mostra profilo
    • Gamers4um
Re:[A+C] L'angolo del Fumetto occidentale
« Risposta #28 il: 5 Marzo, 2020, 10:10:33 »
Citazione
l’introduzione, come in ogni albo, fornisce gli elementi necessari per affrontare la lettura [...]

Dalle prime righe della recensione.
Vuol dire quindi che in linea di massima i volumi sono totalmente indipendenti o c'è comunque il rischio di perdersi qualche riferimento se non si procede in ordine cronologico? :hmm:

Ne avete parlato così bene (mi ricordo anche in chat) che mi sono incuriosito. :D

Offline Ifride

  • Cugino di Obi-Wan
  • *****
  • Post: 3367
    • Mostra profilo
    • La mia pagina di foto
Re:[A+C] L'angolo del Fumetto occidentale
« Risposta #29 il: 5 Marzo, 2020, 10:31:00 »
Ogni numero diciamo ha un tema, e l'introduzione te lo fa in parte capire.
Tranne gli ultimi che continuano ad avere questa struttura ma che sono coinvolti in una specie di "continuity" però sempre secondaria.

 

BloQcs design by Bloc
SMF 2.0.17 | SMF © 2020, Simple Machines
Simple Audio Video Embedder